Caveri su esenzione fiscale carburanti

giovedì 7 giugno 2007


Caveri su esenzione fiscale carburanti

(regioni.it) La petizione a favore del mantenimento dell'esenzione fiscale sui carburanti per i valdostani, che, su iniziativa dei movimenti di maggioranza regionale Union Valdotaine, Stella alpina e Federation autonomiste, ha raccolto 21 mila firme sara' presentata a Bruxelles al presidente del Parlamento europeo Hans Gert Pottering.

I promotori dell'iniziativa, tra cui il presidente della Regione autonoma Valle d'Aosta, Luciano Caveri, illustreranno al presidente Pottering i contenuti della raccolta firme e successivamente, alle 10, incontreranno il presidente della Commissione petizioni dell'Europarlamento, Marcin Libecki.

L'iniziativa di raccolta firme ''Respectez le Statut - une signature pour l'Europe'' era stata intrapresa a seguito dello stop alla benzina 'agevolata' deciso lo scorso dicembre dalla Commisione europea che aveva respinto una richiesta di deroga formulata dall'Italia dalle disposizioni della direttiva sulla tassazione dei prodotti energetici ed elettrici.

Le firme raccolte rappresentano per i promotori ''un risultato importante che dimostra la sensibilita' della popolazione al tema proposto non solo in merito ai benefici economici, ma soprattutto al mancato rispetto della norma statutaria da cui tali benefici discendono''.

Mentre Luciano Caveri, presidente della valle d’Aosta, ha criticato la legge di iniziativa popolare concernente la costruzione di un nuovo ospedale, definendola errata e priva della copertura finanziaria: ''trovo sbagliato ritenere che la politica sia la continua ricerca del populismo, perche' il populismo e' perdente in politica'' ha aggiunto Caveri, facendo riferimento al referendum propositivo ''la democrazia rappresentativa non e' inferiore alla democrazia diretta''.

(red/05.06.07)

 

N. 944 - 06 Giugno 2007