Federalismo fiscale: punti critici nel testo proposto dal Governo

giovedì 21 giugno 2007


Federalismo fiscale: punti critici nel testo proposto dal Governo

 

(regioni.it) La proposta di delega sul federalismo fiscale avanzata dal Governo ''ha evidenziato diversi punti critici che abbiamo riassunto in una serie di emendamenti che consideriamo essenziali e irrinunciabili per risolvere positivamente questa complessa materia''. Cosi' si e' espresso il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, al termine della seduta straordinaria della conferenza dedicata al federalismo fiscale (21 giugno, ndr).

Errani ha detto che gli emendamenti messi a punto dai presidenti delle Regioni saranno presentati nel tardo pomeriggio (del 21 giugno) al Governo, ''valuteremo le risposte del Governo e affronteremo nel percorso istituzionale successivo la discussione''.

I punti non condivisi riguarderebbero, in particolare, la perequazione e l'utilizzo di contributi propri. ''Non e' una questione di potere - ha chiarito Errani - ma bisogna trovare un assetto in grado di garantire l'efficacia e la sostenibilità del sistema''.

In attesa, il giudizio delle Regioni resta sospeso. ''Daremo un giudizio - ha concluso Errani - quando avremo risposta su questi punti e riceveremo, dopo l'incontro con il Governo, un

nuovo testo sul federalismo''.

Per il vicepresidente della conferenza delle Regioni il presidente della Regione Molise Michele Iorio, la proposta del governo sul federalismo fiscale ''non e' soddisfacente e, addirittura e' negativa rispetto al documento delle regioni''. Lo ha dettoecondo il quale ''il ruolo

delle regione in quel testo appare sminuito e scompare il concetto del federalismo solidale che aveva visto d'accordo tutti i Presodenti delle Regioni''.

(red/21.06.07)

N. 955 - 21 Giugno 2007