Errani (regioni) replica a Tremonti

martedì 7 marzo 2006


Roma, 7 marzo 06 comunicato stampa - Dichiarazione di Vasco Errani: “Su una cosa concordo con il Ministro Tremonti: fare infrastrutture non è come comprare crescenza o come tracciare linee con un pennarello in televisione. Occorrono invece serietà, responsabilità, concertazione e coinvolgimento del territorio. Sono le scorciatoie istituzionali a rappresentare l’ostacolo vero allo sviluppo delle opere pubbliche.

Quando si racconta la storia del rapporto difficile fra questo Governo e le Regioni è bene non saltare alcuna puntata, altrimenti la trama risulta oscura.

La Legge obiettivo aveva evidenti profili di incostituzionalità. E questo non lo dice Errani, ma lo ha stabilito la Corte costituzionale con una sentenza che ha risposto a precisi quesiti posti dalle Regioni nei ricorsi che hanno presentato Campania, Lombardia, Basilicata, Marche, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Trento e Bolzano.

Solo dopo gli errori commessi e dopo la presentazione dei ricorsi il Governo ha ricercato – perché costretto – intese con le Regioni.

Al di là della propaganda il dato vero di tutta questa storia è che risulta davvero difficile pensare alle opere strategiche necessarie per il paese senza fondare i programmi su una reale concertazione”.