23/10: FVG: ILLY, INVESTIRE DI PIU' NEI BENI CULTURALI

martedì 23 ottobre 2007



ZCZC
ASC0160 1 REG 0 R01 / LK XX ! 1 X

FVG: ILLY, INVESTIRE DI PIU' NEI BENI CULTURALI =
(ASCA) - Trieste, 23 ott - Il presidente della Regione,
Riccardo Illy, e l'assessore regionale alla Cultura, Roberto
Antonaz, hanno ricevuto oggi in Consiglio regionale Roberto
Di Paola, nuovo direttore ai Beni Culturali e Paesaggistici
del Friuli Venezia Giulia. Proveniente dall'Abruzzo, sua
terra natale, dove ha svolto le medesime funzioni per tre
anni, Di Paola ha al suo attivo numerosi incarichi, tra cui
quattro anni come soprintendente a Roma.
   Nel corso del colloquio, Illy ha lodato l'impegno del
predecessore dell'architetto Di Paola, Ugo Soragni, e ha
auspicato di poter avere un analogo, costante e concreto
rapporto di collaborazione anche con il nuovo direttore, al
fine di risolvere le difficolta' che rallentano la
realizzazione di iniziative importanti per il Friuli Venezia
Giulia dal punto di vista paesaggistico, architettonico e
urbanistico. Il presidente ha affrontato il tema del recupero
della Baia di Sistiana, ricordando che la Regione ha
affiancato il Comune di Duino-Aurisina nel ricorso al Tar
contro il decreto di revoca di un'autorizzazione gia'
rilasciata in precedenza, ''revoca immotivata'', ha detto
Illy, che ha invitato Di Paola a prender visione dell'ultimo
progetto per il recupero della Baia. Altri temi affrontati
sono stati il Piano territoriale regionale e l'importanza
della sua approvazione ai fini dell'applicazione della nuova
legge regionale sull'urbanistica, l'impegno della Regione per
il sito Archeologico di Aquileia e per la nascita della
relativa Fondazione, ''che - ha sottolineato Antonaz - sta
attraversando fasi decisive'', i vincoli che rallentano il
completamento della tangenziale Sud di Udine e la
realizzazione della Sequals-Gemona nell'area di Sequals, la
conversione in struttura alberghiera di una ex caserma a
Tarvisio e l'avvio del Museo Archeologico Marino di Grado.
   Di Paola, pur notando le difficolta' connesse con la
carenza di personale, ha confermato la sua disponibilita' a
valutare con attenzione i diversi problemi e garantito piena
collaborazione nell'ambito delle sue funzioni. Accennando
all'importanza dei beni culturali per il Paese e la regione,
Illy ha confermato come ''tutta la pubblica amministrazione
dovrebbe investire per tutelare questo patrimonio, ma anche
per garantirne la completa fruibilita'''. Di Paola e Illy
hanno quindi parlato dell'importanza, dal punto di vista
turistico e culturale, delle grandi mostre e hanno gettato le
basi per la realizzazione, possibilmente nelle Scuderie del
castello di Miramare e a Villa Manin, di un evento da
dedicare alle regioni al di qua e al di la' dell'Adriatico
dal periodo bizantino al 1500.
fdm/mcc/sr
231552 OTT 07 

NNNN