[Comunicato stampa provincia autonoma di Trento]
Su proposta dell’assessore alle politiche sociali e alla salute Mario Magnani L’AZIENDA SANITARIA AUTORIZZATA AD ISTITUIRE FINO A 4 COMMISSIONI PER IL RILASCIO DELLE PATENTI AI DISABILI L’obiettivo è ridurre i tempi di attesa ed avvicinare i servizi al cittadino

venerdì 21 giugno 2002


(m.p.) – L’Azienda sanitaria è stata oggi autorizzata dalla Giunta provinciale – su proposta dell’assessore alle politiche sociali e alla salute Mario Magnani – a costituire fino a quattro commissioni medico-legali, ciascuna con un proprio territorio di competenza, per il rilascio, il rinnovo e la revisione delle patenti di guida sottoposte a preventivo accertamento da parte della Commissione medico legale provinciale. In questo modo gli accertamenti potranno essere effettuati con maggiore rapidità, riducendo così il disagio per i cittadini, i quali avranno inoltre la possibilità di accedere a detti servizi nella propria zona di residenza. Tutto ciò, conformemente alla strategia generale dell’amministrazione provinciale volta a riorganizzare le procedure di vigilanza e a migliorare il rapporto fra servizi e utenza, reinterpretando in senso evolutivo le leggi statali vigenti e rivedendo anche le procedure regolate da una prassi accettata e consolidata. Le categorie interessate, secondo il Codice della strada, sono sostanzialmente cinque: mutilati e disabili (che in genere sono in possesso di un mezzo adattato), coloro che abbiano più di 65 anni di età e guidino mezzi particolari come autocarri e autotreni; coloro che, sottoposti al normale esame medico-sanitario per il rilascio o il rinnovo della patente, abbiano fatto insorgere il sospetto della presenza di particolari patologie; i soggetti diabetici (solo per le patenti CD, CE e CE), e infine gli utenti segnalati dalle prefetture per problemi particolari (connessi all’abuso di sostanze alcoliche o stupefacenti).