[varie agenzie] 15.07.08 - Sanità: scontro Governo-Regioni

mercoledì 16 luglio 2008


[varie agenzie] -


ZCZC1392/SX4
WIN20480
R POL S04 QBXI
MANOVRA: SCONTRO GOVERNO-REGIONI, SI VA VERSO BOCCIATURA (2)

   (ANSA) - ROMA, 15 LUG - ''Per noi - ha detto Vasco Errani -
l'incontro e' stato molto negativo valuteremo nei prossimi
giorni le iniziative da prendere''. Il presidente della
conferenza delle regioni si riferisce ad una riunione dei
governatori che si svolgera' giovedi' pomeriggio, subito dopo la
stato-regioni nella quale e' praticamente quasi scontato - a
meno che non ci siano delle novita' - che il provvedimento
verra' bocciato dalle regioni.
   ''Sulla sanita' - ha continuato Errani - il governo non ha
trovato nessuna disponibilita', non si e' posto il problema di
governare la sanita'. Ci troveremo di fronte ad una situazione
nella quale le regioni saranno costrette a ridurre i servizi. E'
un danno gravissimo per il paese ed e' un errore madornale
perche' si interrompe un percorso; noi avevamo dato piena
disponibilita' a ragionare su un rafforzamento del nuovo patto
in modo che, a cominciare dalla regioni, ciascuno potesse
assumersi le proprie responsabilita'''.
   Vasco Errani ha quindi parlato di una situazione che per i
cittadini sara' particolarmente difficile: ''sui ticket - ha
ribadito - bisogna essere ben chiari e dire che la
responsabilita' e' del governo. Mancano 834 milioni, in questi
due si era avviato un processo virtuoso di governo della spesa
sanitaria, anche la Corte dei Conti lo aveva sottolineato. Ora
questo percorso si e' interrotto''.
   Secondo quanto si e' appreso dai governatori presenti
all'incontro il ministro dell'economia Giulio Tremonti durante
l'incontro avrebbe detto: ''in fondo 103 miliardi per la sanita'
nel 2011 sono di piu' rispetto a 101 miliardi nel 2009''. E
anche il sottosegretario Gianni Letta  cercando di ammorbidire i
toni avrebbe detto: ''il testo e' ancora in commissione, si
possono fare degli emendamenti. Il ministro Fitto e' a
disposizione''. (ANSA).

     COA/FCC
15-LUG-08 23:08 NNN
ZCZC1391/SX4
WIN20479
U POL S04 QBXI
MANOVRA: SCONTRO GOVERNO-REGIONI, SI VA VERSO BOCCIATURA

   (ANSA) - ROMA, 15 LUG - E' scontro aperto tra regioni e
governo sul pacchetto sanita'. Al termine dell'incontro che si
e' svolto questa sera a Palazzo Chigi per discutere della
manovra ed in particolare della sanita', il giudizio delle
regioni e' stato categorico: ''l'incontro e' andato male - ha
detto il presidente delle regioni, Vasco Errani - il governo non
ha fatto nuove proposte ed ha confermato i tagli annunciati, che
non rispettano il patto per la salute 2007-2009 di 834 milioni
di euro''. Nel corso dell'incontro, dove per il governo erano
presenti il ministro Giulio Tremonti e Raffaele Fitto, vi e'
stato poi uno scambio di battute particolarmente acceso tra il
ministro dell'economia e il governatore della Lombardia, Roberto
Formigoni.
   Tremonti - secondo quanto si e' appreso - avrebbe detto a
Formigoni: ''lei e' un irresponsabile''. (SEGUE).

     COA/FCC
15-LUG-08 23:08 NNN
= SANITA': REGIONI DICONO NO, SCONTRO TREMONTI-FORMIGONI (2)=
ZCZC
AGI2934 3 POL 0 R01 /
(Segue 2929)
== SANITA': REGIONI DICONO NO, SCONTRO TREMONTI-FORMIGONI (2)=
(AGI) - Roma, 15 lug - Che la riunione sarebbe stata 'calda'
era prevedibile, ma non fino a questo punto. Il primo ad
attaccare, secondo quanto si e' appreso, sarebbe stato il
Presidente della Conferenza delle regioni Vasco Errani che
avrebbe contestato il metodo: "Non potete chiederci emendamenti
su un testo non condiviso con noi...".
    Il ministro per gli Affari regionali Fitto avrebbe lanciato
sul tavolo la possibilita' di "400 milioni aggiuntivi per il
2009 allo scopo di evitare i ticket".
    Il ministro dell'Economia Giulio Tremonti, secondo quanto
riferito da piu' partecipanti, avrebbe aggiunto: "In fondo 103
miliardi per la sanita' nel 2011 sono di piu' rispetto a 101
miliardi nel 2009...".
    Qui sarebbe intervenuto Roberto Formigoni, Presidente della
regione Lombardia: "Non possiamo far finta che i fondi siano
sufficienti. Questo non e' vero e fra tre anni ci ritroveremmo
qui con la paralisi. A quel punto i problemi non sarebbero solo
delle regioni...".
    Tremonti, secondo quanto si e' appreso da piu' fonti,
avrebbe lasciato il 'tu' per passare al 'lei', e rivolto a
Formigoni avrebbe detto: "Lei e' un irresponsabile".
    Lo scontro era all'apice e la comune appartenenza al Pdl ne
amplificava il significato. Il sottosegretario alla Presidenza
del Consiglio, Gianni Letta, secondo quanto si e' appreso,
avrebbe tentato una mediazione: "Il testo e' ancora in
commissione e sono possibili emendamenti. Il ministro Fitto e'
a disposizione in ogni momento...".
    Le regioni pero' sono scontente. All'uscita da Palazzo
Chigi la dichiarazione piu' blanda e' stata: "L'incontro e'
andato malissimo". Un altro Presidente afferma: "Vogliono
paralizzare la sanita' e poi dare la colpa alle regioni...". Un
terzo governatore sottolinea: "Tremonti ci prende in giro. I
suoi stanziamenti non coprono neanche l'inflazione".(AGI)  
 Mal
152226 LUG 08

NNNN
ZCZC
AGI2933 3 CRO 0 R01 / SAN

SANITA': REGIONI, ORA TICKET E MENO SERVIZI, COLPA DEL GOVERNO =
(AGI) - Roma, 15 lug. - "Le regioni alla luce di questi tagli
dovranno ridurre i servizi sanitari e in molti casi
reintrodurre i ticket. E' un danno gravissimo che vorrei sia
chiaro e' completamente di responsabilita' del governo". E'
deluso e contrariato il presidente della Conferenza delle
Regioni Vasco Errani, al termine dell'incontro con il governo
da cui e' emersa l'indisponibilita' dell'esecutivo a rivedere
il piano di finanziamenti sulla sanita' che riduce del 10% i
fondi in tre anni, oltre a dimezzare lo stanziamento previsto
per compensare l'eliminazione dei ticket. "La riunione e'
andata male - scandisce Errani al termine dell'incontro a
Palazzo Chigi - dal governo non e' giunta nessuna nuova
riflessione, nessuna disponibilita' a porsi il problema di
governare con noi la sanita'. Ora si apre una fase molto
complicata, il problema delle risorse e' strettamente connesso
ai servizi, e' molto semplice". Giovedi' in conferenza
Stato-Regioni queste ultime con tutta probabilita' boccieranno
definitivamente il piano del governo: "con questi stanziamenti
la sanita' non e' governabile - sottolinea Errani - ora
valuteremo le iniziative da assumere". (AGI) 
 Pgi
152225 LUG 08

NNNN
ZCZC
AGI2894 3 CRO 0 R01 / SAN

SANITA':REGIONI, 400 MLN PER 'CONGELARE' TICKET PER 6 MESI =
(AGI) - Roma, 15 lug. - I 400 milioni di euro "offerti" dal
governo alle Regioni serviranno a "congelare" la reintroduzione
dei ticket sulla diagnostica almeno per sei mesi, e nel
frattempo un tavolo tecnico valutera' come reperire gli altri
436 milioni necessari per evitare il ricorso al ticket per
tutto l'anno, e anche per stabilire se nel frattempo questa
cifra si puo' rivedere al ribasso. E' la proposta che, a quanto
si apprende, le Regioni formuleranno al Governo nel corso della
riunione a Palazzo Chigi che ha avuto inizio poco fa. Presenti
tra gli altri il presidente della Conferenza delle Regioni
Vasco Errani, il governatore della Lombardia Roberto Formigoni,
quello del Lazio Piero Marrazzo, del Molise Michele Iorio, il
vicepresidente vicario dell'Abruzzo Enrico Paolini e il
coordinatore degli assessori al Bilancio Romano Colozzi. Per il
governo, presenti il ministro dell'Economia Giulio Tremonti,
quello per gli Affari Regionali Raffaele Fitto e il
sottosegretario Gianni Letta. Gia' oggi Fitto in particolare
aveva ribadito che il governo non poteva mettere a disposizione
piu' di 400 milioni alle regioni, ma la proposta interlocutoria
delle regioni potrebbe per il momento risolvere la questione
ticket. All'ordine del giorno di oggi, anche il Fondo per le
aree sottoutilizzate (Fas) e l'emergenza abitativa. (AGI) 
 Pgi
152057 LUG 08

NNNN
ZCZC
ADN1719 5 ECO 0 ADN ECO NAZ

      FINANZIARIA: INIZIATO INCONTRO GOVERNO-REGIONI A PALAZZO CHIGI =

      Roma, 15 lug. (Adnkronos) - E' iniziata da un quarto d'ora circa
la riunione dei presidenti delle Regioni con il governo a Palazzo
Chigi per discutere della manovra economica. All'incontro partecipa il
ministro dell'Economia Giulio Tremonti, il ministro per gli Affari
regionali Raffaele Fitto, il presidente della Conferenza delle Regioni
Vasco Errani, il presidente della Regione Lazio Pietro Marrazzo, il
presidente della Lombardia Roberto Formigoni ed il vicepresidente
della Regione Abruzzo Enrico Paolini.

      (Asc/Opr/Adnkronos)
15-LUG-08 20:54

NNNN