23/10: SANITA': IL SUD CRITICO SU FEDERALISMO FISCALE

lunedì 25 ottobre 2010



ZCZC
AGI0387 3 CRO 0 R01 /

(AGI) - Napoli, 23 ott. - Raggiungere obiettivi convergenti che
hanno a oggetto la Sanita' del meridione, a partire dalla
discussione su federalismo fiscale in Sanita', riparto del
fondo sanitario nazionale e costi standard. "Le regioni
meridionali, fino ad oggi penalizzate dai criteri di riparto
del fondo sanitario nazionale, devono trovare posizioni
univoche, sinergie che possano far comprendere che vogliamo
partire tutti allo stesso livello e per far questo abbiamo
bisogno di avere risorse adeguate e dello stesso livello di
quelle che hanno le regioni del nord". Cosi' Raffaele Calabro',
consigliere per la Sanita' del governatore campano Stefano
Caldoro, ha aperto i lavori del II Workshop 'Meridiano Sanita'
al Sud', tavolo di confronto e proposte tra gli assessori e
subcommissari alla Sanita' delle regioni del sud Italia, in
corso a Napoli, nella sala convegni di Castel dell'Ovo.
L'incontro e' stato organizzato dalla European House Ambrosetti
con il supporto della Fondazione Pfizer. "Esiste una oggettiva
differenza tra l'organizzazione tra la sanita' del nord e
quella del sud", ha detto Calabro', "noi non vogliamo creare un
cartello del mondo della sanita' del meridione contro quello
del nord, ma vogliamo analizzare e studiare tematiche comuni
per trovare soluzioni che possono fare sinergia e consentire
una crescita piu' generale delle nostre aree". L'assessore alla
Sanita' della Puglia, Tommaso Fiore, a questo riguardo ha
detto: "Da lunedi' cominceremo ad approfondire tecnicamente il
lavoro sui criteri di riparto del fondo sanitario elaborati
dall'Agenas. E' ovvio che le regioni che hanno dato mandato ai
loro tecnici di incontrarsi con Agenas per questo studio si
riserveranno di prendere una decisione finale, ma proprio per
questo e' importante che le regioni meridionali si incontrino e
trovino convergenze per evitare che successivamente venga
smontato un giocattolo che faticosamente e' stato costruito nel
corso dell'ultimo anno". (AGI)
Cli/Na/Ral  (Segue)
231746 OTT 10

NNNN
ZCZC
AGI0388 3 CRO 0 R01 /

SANITA': IL SUD CRITICO SU FEDERALISMO FISCALE (2)=
(AGI) - Napoli, 23 ott. - Al tavolo del workshop si discute
anche delle previsioni di Copaff (Commissione per l'attuazione
del federalismo fiscale) su costi standard e benchmark,
pubblicate ieri dal Sole 24 ore. Secondo quelle proiezioni, le
regioni meridionali, ad eccezione della Sicilia, sarebbero
nuovamente penalizzate dal riparto del fondo sanitario. "Ma la
Campania", ha ribadito Calabro', "non si puo permettere il
lusso di perdere neppure 1 euro in piu' rispetto ai 400 che ha
perso negli anni precedenti. Bisogna tener conto di criteri di
correttezza che sono senz'altro la popolazione pesata per eta',
ma anche gli indici sociali e di deprivazione che molto
incidono sui bisogni di salute".
    L'assessore alla Sanita' della Sicilia, Massimo Russo: "E'
la prima volta che le regioni del sud fanno squadra sulla
prospettiva politica vera che e' quella legata agli interessi
comuni. Noi non vogliamo opporci a nessuno, ma e' pur vero che
fino ad oggi le risorse sono state drenate solo al nord con
criteri ammantati da un livello di scientificita' piu' o meno
serio a discapito di altri previsti dall'OMS. Non vogliamo un
federalismo dell'abbandono ma di solidarieta' e di equita'".
    Il subcommissario del Molise Isabella Mastrobuono: "Siamo
qui per discutere della necessita' che i finanziamenti a
livello statale debbano oggi essere distribuiti secondo criteri
che tengano conto anche soprattutto delle criticita'". (AGI)
Cli/Na/Ral
231746 OTT 10

NNNN