REDDITO. TREGUA FRA REGIONI E DI MAIO, VERSO TESTO CONDIVISO GRIECO: "INCONTRO POSITIVO, EVITARE SCONTRO. TEMPI STRETTI".

mercoledì 13 febbraio 2019



ZCZC
DIR2225 3 SOC  0 RR1 R/EMR / BOL /TXT 

(DIRE) Firenze, 13 feb. - Prove di disgelo fra le Regioni e il
ministro del Lavoro, Luigi Di Maio sul reddito di cittadinanza e
il ruolo dei centri per l'impiego. L'incontro di ieri sera col
ministro "e' stato positivo. È stato, in pratica, il primo tavolo
a carattere piu' operativo e che, sebbene non ci siano ancora gli
elementi per un accordo, ci ha permesso di sviscerare i punti
piu' controversi e le criticita' a partire dal tema dei
'navigator'". A dirlo e' Cristina Grieco, assessore della Toscana
e coordinatrice della commissione Istruzione e lavoro della
conferenza delle Regioni. "Ci siamo dati appuntamento per i
prossimi giorni- aggiunge-, perche' i tempi sono stretti, per
riprendere il confronto tecnico ed arrivare attraverso proposte
emendative a un testo condiviso da portare in conferenza
Stato-Regioni in tempo utile per presentare gli emendamenti in
sede di conversione in Parlamento".
   Grieco riferisce di passi avanti nella negoziazione col
governo: "La volonta' di tutti- specifica- e' quella di evitare
lo scontro istituzionale. Ma se vogliamo affrontare questa fase
di transizione nel migliore dei modi, dobbiamo tener conto del
ruolo e delle competenze di ciascuno". Questo, prosegue, "a
partire dal rispetto delle richieste delle Regioni che sono state
compatte nell'evidenziare al ministro il perche' di perplessita'
e di certe preoccupazioni e, soprattutto, del rispetto delle
prerogative assegnate dalla Carta in tema di politiche attive".
Il ministro, conclude, si e' comunque detto disponibile a
riprendere il confronto tecnico per arrivare a un testo condiviso
da tutti i soggetti in campo".
  (Cap/ Dire)
18:22 13-02-19

NNNN