Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3429 - venerdì 27 luglio 2018

Sommario
- Conferenza delle Regioni straordinaria per il 1° agosto
- Autonomia: incontro positivo tra Bonaccini e Stefani
- Rossi: Toscana chiede regionalismo rafforzato e differenziato
- Autonomia: Fontana incontra Stefani, individuate prime 15 materie
- Autonomia: Marini, Ceriscioli e Toma incontrano Stefani
- Cassa Ammende-Regioni: Accordo per inclusione sociale detenuti

+T -T
Autonomia: Marini, Ceriscioli e Toma incontrano Stefani

(Regioni.it 3429 - 27/07/2018) Fiduciosi sul percorso istituzionale di maggiore autonomia differenziata sono anche i presidenti Catiuscia Marini (Umbria), Luca Ceriscioli (Marche) e Donato Toma (Molise).
"Un'autonomia organizzativa e finanziaria – spiega Marini - consentirà di aiutare il nostro territorio in termini di sviluppo, di opportunità economiche e anche in termini di crescita”.
“Con più autonomia potremmo mettere in piedi una sorta di laboratorio - osserva Ceriscioli - in grado di portare avanti questa collaborazione fra le regioni e costituire anche degli esempi di come si possa trasformare, con tutto il patrimonio culturale.    Insieme allo stesso Ceriscioli la presidente Marini, nei giorni scorsi, aveva sottoscritto la lettera inviata al presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte (vedi Regioni.it N. 3418) nella quale si affermava che “la Regione Marche e la Regione Umbria hanno avviato, in parallelo, nell’anno 2018, il percorso previsto dal terzo comma dell’articolo 116 della Costituzione individuando in modo pressoché unitario le ulteriori forme e condizioni di autonomia”, ricordando inoltre che “le Assemblee legislative di entrambe le Regioni hanno approvato le rispettive risoluzioni per avviare la procedura di maggiore autonomia prevista dal terzo comma dell'articolo 116 della Costituzione”.
“Ritengo che il Governo italiano – dichiara Marini - debba credere pienamente nella capacità dei territori di pensare il proprio sviluppo. Per questo occorre anche una legislazione che agevoli questo percorso, esaltando l’autonomia delle Regioni. Anche perché riteniamo che proprio ‘la leva’ dell’art. 116 determinerà una maggiore efficienza amministrativa per lo sviluppo economico delle rispettive Regioni”.
Mentre il presidente della Regione Molise, Donato Toma, sottolinea come "con i colleghi delle altre regioni meridionali abbiamo condiviso l’imprescindibilità del finanziamento dei livelli essenziali delle prestazioni nelle regioni con minore capacità fiscale".
Con Stefani – prosegue Toma – "ci siamo confrontati sul ruolo strategico che le Regioni hanno nel processo di definizione dei nuovi assetti istituzionali e, in particolare, sulle forme di autonomia differenziata da attuare sulla base dell’art.116, comma III della Costituzione. Ho rappresentato alla Stefani la necessità, per una piccola regione come il Molise, che vengano assicurate azioni improntate alla adeguatezza e alla sussidiarietà, in ossequio ai principi costituzionali di solidarietà economica e sociale,  dignità e uguaglianza. Ho apprezzato molto – rileva Toma – l’atteggiamento della ministra, la quale ha mostrato apertura e disponibilità rispetto alle questioni poste alla sua attenzione".




( red / 27.07.18 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top