Sanità Lazio: Zingaretti: con assunzioni meno consulenze e opacità

giovedì 12 novembre 2015




ZCZC
ASKanews
PN_20151112_00659
4 cro gn00 gv11 rg08 XFLA

Sanità Lazio: Zingaretti: con assunzioni meno consulenze e opacità
Trasparenza e qualità

Roma, 12 nov. (askanews) - "Uno dei pilastri del commissariamento
era il blocco del turn over: ogni 100 unità che uscivano potevano
rientrare ogni anno solo 10. Questo ha comportato per far fronte
alle esigenze che in molti casi si è ricorso
all'esternalizzazione dei servizi, magari cooperative che però
hanno contratti diversi rispetto a quello sanitario. Questo ha
comportato che magari in corsia c'era personale che faceva lo
stesso lavoro, ma con condizioni diverse. Dall'altro la crescita
delle consulenze: forme per i professionisti che venivano
determinate per tenere aperta una sala operatoria". Così il
presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti,  in occasione
della firma del decreto che sblocca il turn over in sanità.
"Questo ha ovviamente - ha detto - creato problemi e anche
opacità a volte nelle politiche del personale. Il decreto inizia
a porre fine a questa situazione, perché con l'avvio della
stabilizzazione e la riduzione della voce consulenze ci siamo
proposti in questo campo almeno 300 unità. Tutto ciò porterà
trasparenza, qualità e maggiore possibilità di programmare. Per
questo abbiamo chiesto entro dicembre a tutte le Asl di
consegnare le previsioni di pianta organica, perché questo ci
permetterà di assumere chi serve e non avere politiche di
personale che, a volte per emergenza, sono un po' più arbitrarie.
Ecco: il meccanismo porterà sicurezza alle famiglie e un po' più
di trasparenza" ha concluso Zingaretti.

Bet

12-nov-15 13.51
NNNN