Fase 2: Rossi,lontani da contagi zero,aperture siano scaglionate

giovedì 14 maggio 2020


ZCZC

AGI1019-R01 3 CRO 0


(AGI) - Firenze, 14 mag. - I 30 nuovi casi positivi emersi in Toscana
"non si puo' dire che siano pochi e che tutto e' risolto. Siamo ben
distanti dal contagio zero e ci aspettiamo ancora di capire come le
riaperture del 4 maggio incidono su questo quadro epidemiologico".
Cosi' il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, intervenendo
in Consiglio regionale. Gli effetti della riapertura si vedranno
probabilmente agli inizi della prossima settimana, ha spiegato Rossi,
"e questo e' anche un altro aspetto da tenere di conto", perche' oggi
"il virus si diffonde di meno perche' abbiamo gli abbiamo dato meno
possibilita' di diffondersi stando tutti chiusi in casa come abbiamo
fatto in questo periodo". (AGI)Fi5/Sep (Segue)

14/05/2020 17:01


NNNN


ZCZC

AGI1020-R01 3 CRO 0

 (2)

(AGI) - Firenze, 14 mag. - "Adesso sulle aperture - ha proseguito
Rossi - vedremo se il Governo potra' dirci quale sara' il range
dentro cui si colloca la regione Toscana; personalmente avevo gia'
mandato una lettera al ministro Boccia dicendo che 18mila esercizi di
vicinato potevano essere aperti gia' a partire dall'11 maggio,
perche' mi sembrava che con regole ferree si potesse fare. A mio
parere la riapertura dei negozi non alimentari sarebbe gia' un
segnale importante", ma la riapertura di tutto in un giorno "mi
sembrerebbe da un lato rischioso, perche' rischia di produrre
assembramenti e congestionamenti di colpo; dall'altro sarebbe anche
dare ai cittadini l'idea che c'e' una sorta di 'liberi tutti' e che
il 18 e' il giorno che tutto cambia. Non mi pare che questo alla fine
sara' neppure nelle intenzioni del Governo, ecco perche' io stesso
ragiono su un'idea di scaglionamento". Per Rossi "se mi si domanda se
io sia per riaprire tutto, rispondo senz'altro di si'; allo stesso
tempo sono assolutamente convinto che bisogna tenere sotto controllo
i contagi". "Sarebbe un grave errore pensare che tutto sia passato.
Metto in guardia tutti dal pericolo che dopo, dover ritornare
indietro, sarebbe davvero negativo anche per le stesse categorie
economiche". "Sono disposto - ha concluso il presidente - a fare fin
da ora alcune mosse, una volta che si sara' chiarito poi quello che
sara' il quadro nazionale, perche' non voglio fare nemmeno mosse
avventate".(AGI) FI5Fi5/Sep

14/05/2020 17:01


NNNN