Bonaccini, evitare foga di riaprire per ritornare nel dramma

venerdì 2 aprile 2021


'Per riaperture occorre però fissare orizzonte per categorie' (ANSA) - BOLOGNA, 02 APR - "Bene" ha fatto il Governo "a prendere un principio di precauzione" nelle restrizioni anti-Covid e, visto che la curva dei contagi "scende abbastanza lentamente, dobbiamo evitare che per la foga di riaprire in due giorni si rischi di ripiombare nel dramma". Così Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni intervistato ad Agorà su Rai 3. Tuttavia, sottolinea il governatore, occorre "provare a fissare un orizzonte per alcune categorie che sono nel dramma". Bonaccini cita come esempio il mondo del 'wedding', "che non lavora da un anno e mezzo", ma anche parrucchieri ed estetisti dove si rischia l'abusivismo. "La scelta del Governo mi trova d'accordo e ho apprezzato che il presidente Draghi abbia detto che tra qualche settimana sulla base dei dati verificheremo se sarà possibile" ipotizzare aperture, ha aggiunto. Secondo Bonaccini "bisogna prendere le singole categorie, vedere dove ci sarebbero pochi rischi, dove ce ne sarebbero di più, e modulare per venire incontro, quando si potrà fare, a dare delle prospettive" per le riaperture. (ANSA). PSS 02-APR-21 09:35 NNN