+T -T

[Comunicato stampa Giunta regionale Liguria]
MALTEMPO, REGIONE LIGURIA, PRESIDENTE TOTI: SISTEMA DI PREVISIONI DELLA REGIONE HA FUNZIONATO CON PUNTUALITA’ ASSOLUTA. MASSIMA PRUDENZA NELLE PROSSIME ORE PER RAFFICHE DI VENTO E GELATE.

mercoledì 23 gennaio 2019

 

GENOVA. “Il sistema di previsioni meteo ha funzionato pienamente e con grande precisione e quanto accaduto in Liguria in queste ore è stato ampiamente previsto, con neve sulla costa e nelle alture. Avere con 48 ore di anticipo una previsione così precisa è sicuramente un dato da rimarcare. L’allerta gialla è stata prolungata fino a domattina alle 6 ed estesa anche ai Comuni interni del levante ligure”. Lo ha detto il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, facendo il punto sull’allerta meteo questo pomeriggio insieme all’assessore regionale alla protezione civile Giacomo Giampedrone, all’assessore regionale ai trasporti Gianni Berrino, al dirigente della Protezione civile di Regione Liguria Stefano Vergante e a Elisabetta Trovatore responsabile dei previsori di ARPAL Liguria.

 

PREVISIONI

 

Da questa sera fino a domattina è prevista un’attenuazione dei fenomeni, questo non significa che non cadrà altra neve soprattutto sul savonese e nell’entroterra. Questa notte è previsto un ulteriore abbassamento delle temperature con possibilità di gelate e raffiche di vento molto forti che potranno superare anche i 100 km/h, con possibilità di caduta di alberi che potrebbero provocare ulteriori disagi.

 

“Raccomandiamo grande prudenza negli spostamenti – ha sottolineato l’assessore regionale alla protezione civile Giacomo Giampedrone – In particolare nelle prossime 12 ore. Per quanto riguarda la fase di protezione civile inizia ora una gestione delicata soprattutto per le persone che dovranno prestare la massima attenzione, perché col gelo e il vento forte sono previsti effetti significativi. La Sala operativa della Protezione civile resterà aperta fino alla fine dell’allerta, in contatto con tutte le sale operative aperte delle Prefetture, delle Province e dei Comuni”.

 

SITUAZIONE OSPEDALI

 

Per quanto riguarda la situazione negli ospedali, si è registrato un lieve aumento di accessi legati a traumi riportati a seguito di cadute, a piedi o in moto, o da incidenti stradali.

In particolare, al Villa Scassi sono stati portati un paziente a seguito di un tamponamento tra auto, forse provocato anche dal maltempo e un altro paziente a seguito di una caduta dalla moto.

All'ospedale Galliera è registrata una decina di accessi di pazienti con traumi da caduta. Condizioni più gravi per una persona senza fissa dimora in ipotermia.  

All'Ospedale Policlinico San Martino sono arrivate due pazienti: una donna colpita da un ramo, caduto forse a causa del carico di neve, e un'altra donna con una caviglia gonfia a seguito di una caduta.

 

 

 

TRAFFICO FERROVIARIO

 

L’assessore ai trasporti Gianni Berrino ha ricordato che le soppressioni di alcuni treni decise oggi da RFI risultano al di fuori del piano neve e sono state richieste da Roma.

In particolare è stato soppresso un treno in più sulla tratta Genova-Brignole  Nervi e domani verranno soppressi due treni da Genova Brignole ad Acqui Terme (6 e 7.05)  e da Acqui Terme verso Genova (5.20 e 7.40) e da Novi Ligure per Genova (4.10) Oggi c’è stata una difficoltà su uno scambio a Sampierdarena, su cui stanno lavorando i tecnici.

 

 

ARPAL

 

Lo scenario di allerta gialla che si è delineato è stato ampiamente confermato: con alcuni cm di neve lungo la costa e con accumuli di neve fino a 30 cm nell’entroterra. Spolverate nevose quasi ovunque, con fenomeni di precipitazioni nevose intensi localmente nella città di Genova, come previsto.  Nelle prossime ore si attendono ancora nevicate sporadiche, più intense all’interno e deboli lungo la costa. Da domattina il tempo sarà il miglioramento.

 

 

NNNN