newsletter

Articoli, recensioni, documenti, notizie redazionali e una rassegna quotidiana sul sistema autonomie e Regioni. Il periodico informativo telematico regioni.it è on line tutti i giorni feriali. La testata è del Cinsedo (Centro interregionale studi e documentazione), che assicura le attività di Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome. Sono riportati - quando possibile - link ai documenti e alle fonti delle notizie. Un'attenzione particolare è rivolta al lavoro della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome. Il giornale on line regioni.it può essere inviato via e-mail previa richiesta di abbonamento gratuito, compilando l' apposito modulo . Per cancellarsi cliccare qui .
Regioni.it

n. 3275 - giovedì 23 novembre 2017

Sommario

+T -T
Legge di bilancio: attesa valutazione Governo su emendamenti Regioni

Toti: si prevedono ulteriori tagli per noi insostenibili, a partire da quelli sul fondo sanitario

(Regioni.it 3275 - 23/11/2017) Slitta ancora una volta il parere delle Regioni sulla manovra. La decisione è maturata nel corso della Conferenza delle Regioni del 23 novembre che ha preceduto la Conferenza Unificata del pomeriggio dove la legge di bilancio era all'ordine del giorno. "Le Regioni hanno presentato molti emendamenti alla legge di stabilità che prevede ulteriori tagli per noi insostenibili a partire da quelli sul Fondo sanitario nazionale su cui gravano impegni di spesa non compatibili con i livelli essenziali a cui siamo tenuti", ha spiegato il presidente della Liguria e vicepresidente della Conferenza delle Regioni, Giovanni Toti. Riguardo agli emendamenti presentati "aspettiamo la valutazione del governo per dare la nostra - ha continuato Toti - I lavori  parlamentari slittano, il nostro parere definitivo sarà espresso nella conferenza del 6 dicembre auspicando non ci sia una tendenza ulteriormente punitiva nei confronti delle Regioni".

+T -T
Violenza di genere: provvedimenti in Stato-Regioni e Unificata

Toti: assolutamente condivisibili. Boschi: segnali concreti e importanti

(Regioni.it 3275 - 23/11/2017) La Conferenza delle Regioni del 23 novembre ha dato il via libera sia in sede di Conferenza Stato-Regioni che in Conferenza Unificata alle linee guida sul pronto soccorso rosa e al piano triennale contro la violenza delle donne.
Il vicepresidente della Conferenza delle Regioni, Giovanni Toti, parla di linee guida “assolutamente condivisibili sarebbe però bene metterci qualche euro. Le buone idee vanno finanziate”. Nello specifico si tratta di indirizzi per le Aziende sanitarie e ospedaliere in tema di soccorso e assistenza socio-sanitaria alle donne vittime di violenza e del Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2017-2020, elaborato dal sottosegretario con delega alle Pari opportunità, Maria Elena Boschi.
“Il Governo ha stanziato 33 milioni di euro all'anno” contro la violenza sulle donne, spiega  proprio Maria Elena Boschi, che ha partecipato alle conferenze Stato-Regioni e Unificata. E al ...

+T -T
Femminicidio: rapporto Eures e dossier commissione parlamentare

(Regioni.it 3275 - 23/11/2017) Nel quarto rapporto di Eures si rileva che sono 114 le donne uccise nei primi 10 mesi del 2017 e il numero più alto di femminicidi si è registrato in Lombardia, seguita da Veneto, Campania ed Emilia-Romagna. Il 25 novembre è la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne.
E' stato reso pubblico anche un dossier della commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio, nel quale si evidenzia come 6 milioni e 788 mila donne tra i 16 e i 70 anni, quasi una su tre (31,5%) riferiscono di aver subito una qualche forma di violenza fisica o sessuale, dallo strattonamento o molestia fino allo stupro. Gli autori delle violenze piu' gravi sono prevalentemente i partner attuali o gli ex: 2 milioni e 800 mila donne ne sono state vittime. 
Nel rapporto Eures si evidenzia che il 76,7% dei femminicidi è maturato in un contesto familiare e affettivo con una forte connotazione negativa data da possesso, gelosia, isolamento ...

+T -T
Edilizia scolastica: via libera al piano triennale

Decisione assunta nella Conferenza Unificata

(Regioni.it 3275 - 23/11/2017) Nel prossimo piano triennale per l'edilizia scolastica, le Regioni considereranno la necessità di interventi sulle scuole superiori e il numero degli studenti del secondo ciclo di istruzione sul totale degli alunni iscritti sul territorio regionale, come criterio prioritario per l'assegnazione dei finanziamenti. Lo ha reso noto l'Upi al termine della Conferenza Unificata. "E' un passo avanti molto significativo - commenta il presidente Achille Variati - perchè‚ riporta le scuole superiori, che negli ultimi tre anni hanno ricevuto finanziamenti scarsi a causa dei tagli alle Province, come impegno centrale per il Paese. Anche grazie all'impegno del sottosegretario con delega all'edilizia scolastica, Vito De Filippo, oggi abbiamo scritto una bella pagina per il Paese: Governo, Regioni, Comuni, Città metropolitane e Province hanno insieme deciso che nei prossimi tre anni nelle scelte politiche nazionali e territoriali sarà ...

+T -T
Regioni: Bressa, Toti e Zaia su maggiore autonomia

(Regioni.it 3275 - 23/11/2017) “Voglio specificare che nella fase di autonomia rafforzata per le tre regioni, vale a dire Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna, non entrano in ballo maggiori risorse, tutto si gioca in nome dell'efficienza. In questa fase non c'è nessuna situazione economico-finanziaria che cambia”.  il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alle Regioni, Gianclaudio Bressa, in merito al confronto Governo e Regioni interessate sul tema maggiore autonomia con l’acquisizione di alcune materie, così come previsto dalla Costituzione, è intervenuto spiegando che entro fine gennaio intende “predisporre la base dell'intesa, che poi dovrà essere però votata a maggioranza assoluta dal Parlamento”. Secondo Bressa comunque “Discutere di tutte e 22 le materie significa non discutere di nessuna. In questa fase dobbiamo essere in grado di capire quale è il costo dello Stato per ogni singola ...

Documento della Conferenza delle Regioni del 16 novembre

+T -T
Parità fra donne e uomini: la situazione nelle istituzioni regionali

(Regioni.it 3275 - 23/11/2017) Nella riunione della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome del 16 novembre è stato approvato un documento sulle politiche in materia di parità tra donne e uomini che poi è stato illustrato e lasciato agli atti nel corso di un'audizione parlamentare di fronte alla commissione Affari costituzionali della Camera il 22 novembre (cfr. "Regioni.it" n.3274).
Si riporta di seguito il testo e le tabelle, senza le singole schede regionali che possono però essere consultate nella versione integrale del documento pubblcato su www.regioni.it sezione "Conferenze".
La Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome nell’intento di fornire utili elementi di valutazione ha raccolto, sulla base del programma ...
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata


time
0.062s