+T -T

[Comunicato stampa provincia autonoma di Trento]
PAT - Accolte le richieste della Giunta del Consiglio delle autonomie locali sull’adeguamento alla normativa nazionale sulla trattativa diretta

mercoledì 23 gennaio 2019

Il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti è intervenuto stamani alla seduta della Giunta del Consiglio delle autonomie locali, presieduta da Paride Gianmoena, in merito alla variazione al bilancio di previsione per gli esercizi finanziari 2019-2021 (DDL n. 3/XVI). Al centro della discussione in particolare l’adeguamento in sede provinciale alla normativa nazionale in materia di appalti e di forniture, con uno spostamento della soglia per i micro-acquisti attraverso il mercato elettronico-Mepa da 1000 a 5000 euro e l’elevamento della soglia prevista per la trattativa diretta, previa consultazione di 3 operatori economici, nei contratti pubblici di lavori da 40.000 fino a 150.000 euro. Il presidente Fugatti ha detto che le modifiche saranno accolte in un emendamento al disegno di legge di variazione di bilancio, consentendo quindi alle amministrazioni di semplificare le procedure.

“Il Trentino ha bisogno di velocizzare pratiche ed investimenti – ha detto il presidente Fugatti. - Per questo condividiamo la richiesta del Cal, nell’interesse dei Comuni ma indirettamente anche di chi fornisce le prestazioni e i servizi richiesti”.

E’ proseguito inoltre oggi il confronto con i sindaci in merito alle gestioni associate, che sono state, com’è noto, sospese. Il percorso condiviso dalla Provincia con la Giunta del Cal si propone di arrivare, dopo un ulteriore confronto con i Comuni, alla definizione di una proposta da parte della Giunta provinciale, che sarà in seguito esaminata collegialmente.

(mp)