+T -T

[Comunicato stampa Giunta regionale Friuli Venezia Giulia]
(ARC) Por Fesr 2014-2020: Bini, raggiunti e superati i target di spesa

lunedì 28 gennaio 2019

Udine, 28 gen - "Con oltre 49 milioni di euro certificati alla Commissione europea, la Regione Friuli Venezia Giulia ha raggiunto e largamente superato di circa 14 milioni di euro gli obiettivi di spesa previsti dal programma operativo regionale del Fondo europeo di sviluppo regionale (Por Fesr) 2014-2020 che, per il 2018, erano fissati a 36,4 milioni di euro".

 

A fare il punto sullo stato di avanzamento del programma operativo regionale, mirato agli investimenti a favore della crescita economica e dell'occupazione, è stato l'assessore alle Attività produttive e al Turismo del Fvg, Sergio Emidio Bini nel corso della conferenza stampa che si è tenuta, oggi, nella sede della Regione a Udine.

 

"Si tratta di risultati niente affatto scontati - ha indicato Bini -, frutto di un'attenta programmazione e gestione delle risorse ma anche di uno straordinario impegno concentrato, in particolare, negli ultimi mesi dell'anno, volto a controllare e certificare la spesa sostenuta dai beneficiari"

 

"La spesa certificata all'Ue - ha spiegato l'assessore - corrisponde alle richieste di rimborso delle spese sostenute ed è un momento molto importante perché le risorse non certificate alla Commissione europea entro i termini prestabiliti sono soggette a disimpegno automatico, cioè alla riduzione del finanziamento comunitario e del corrispondente cofinanziamento nazionale del programma in base alla "regola N+3": se entro tre anni dall'impegno di spesa indicato dalla Regione o dal ministero che gestisce fondi strutturali non è stata presentata la domanda di pagamento alla Ue, Bruxelles "cancella" automaticamente la relativa quota di finanziamento".

 

"Non solo risulta ampiamente garantita e superata la spesa minima da certificare al 31 dicembre 2018 - ha precisato l'esponente della Giunta Fedriga - ma anche grazie al raggiungimento degli obiettivi intermedi prefissati riusciremo certamente ad ottenere l'assegnazione della riserva di performance; un importante budget supplementare che andrà a rafforzare gli interventi previsti in ciascuna Priorità del Programma, pari al 6% della dotazione finanziaria".

 

Più nello specifico l'assessore ricorda che le risorse finanziarie pubbliche del programma ammontano a 230,78 mln di euro, a cui si aggiungono risorse regionali pari a 85,69 mln. A fine dicembre 2018, dei 52 bandi/inviti previsti per l'intero programma, ne sono stati pubblicati 49, con l'attivazione di

292,2 mln, pari ad oltre il 126% delle risorse del programma.

 

Tre bandi saranno emanati nel corso del 2019: per la selezione del gestore di un fondo di Venture Capital rivolto alle start up, per le imprese dei comparti hightech e biohightech nel territorio del comune di Trieste e per l'Hub di Pordenone. Sulle 49 procedure attivate sono state presentate 3.837 proposte progettuali, di cui 1.771 finanziate, con una assegnazione di contributo pubblico pari a 256,2 mln, pari al 111,2% delle risorse del Programma.

 

"Numeri che dimostrano l'interesse delle imprese" chiarisce l'assessore ricordando i 210 voucher tecnologici, i 109 progetti di innovazione, i 41 progetti di investimento per l'industrializzazione dei risultati di ricerca e sviluppo e i 439 progetti di ricerca e sviluppo.

 

Sono state finanziate, inoltre, 743 operazioni volte a sostenere la competitività delle piccole e medie imprese, con un contributo pubblico pari a 72,5 mln di euro. Gli interventi finanziati per incrementare l'efficientamento energetico degli edifici pubblici, conclusi e in corso, sono 45 e hanno consentito di intervenire su una superficie "calpestabile" pari a 23.381,76 mq, ben oltre il target intermedio inizialmente previsto.

ARC/LP/ppd