+T -T

[Comunicato stampa Giunta regionale Puglia]
Agenzia 167.19 Emiliano a Francavilla Fontana per visita ospedale Camberlingo con link video dichiarazione

lunedì 4 febbraio 2019

 LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE ULTIMATI

EMILIANO OGGI IN VISITA

ALL’OSPEDALE CAMBERLINGO

PRESENTI ANCHE IL DIRETTORE GENERALE DELLA ASL BRINDISI, GIUSEPPE PASQUALONE, E IL SINDACO DELLA CITTÀ,

ANTONELLO DENUZZO

 

Questa mattina il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, insieme con il management aziendale e i rappresentanti delle istituzioni locali, ha visitato i nuovi locali dell’Ospedale di Francavilla Fontana “Camberlingo” i cui lavori di ristrutturazione sono stati appena ultimati.

 

“Gli investimenti nella sanità stanno dando i risultati sperati – ha commentato con i giornalisti il Presidente Emiliano durante la visita – abbiamo concentrato le risorse nelle strutture, come ad esempio il Camberlingo di Francavilla Fontana, sulle quali dobbiamo puntare per il futuro, perché questo è un ospedale essenziale per la provincia di Brindisi”.

 

 “Noi siamo ovviamente a tre anni e mezzo di lavoro da quando abbiamo iniziato – ha proseguito Emiliano - nei vent' anni precedenti non erano riusciti, per una ragione o per un'altra, ad avviare quei lavori che noi stiamo realizzando in questi anni in Puglia. Questo ovviamente è soprattutto merito delle ASL che stanno spendendo bene i soldi, sia quelli per gli ospedali che sono dei capitoli nazionali, sia quelli per il territorio che invece sono di origine europea”. 

 

Emiliano ha poi sottolineato come ci sia “un sistema di controllo molto serrato da parte dell’amministrazione centrale (Emiliano questa mattina ha partecipato alla riunione tecnica in merito all’andamento dei lavori dell’ospedale Monopoli Fasano ndr) e una presenza molto forte” da parte sua, come da abitudine di un “vecchio sindaco”.

 

“Le cose più importanti che stiamo realizzando – ha proseguito Emiliano - ovviamente sono soprattutto legate al Piano di riordino, che ci ha consentito di concentrare gli investimenti sugli ospedali sui quali dobbiamo investire, così come abbiamo fatto a Francavilla. Oggi i cittadini vogliono sapere cosa stiamo facendo e noi dobbiamo dar loro una risposta esauriente e convincente”.

 

“Purtroppo in passato – ha aggiunto il Presidente – i lavori sono stati fermi parecchio e un po’ ovunque. Pensate ad esempio al Dea di Lecce o al Dea degli ospedali Riuniti di Foggia. Era tutto bloccato. Ci sono moltissime situazioni di enorme difficoltà compreso il fatto che, avendo la precedente amministrazione sfondato il Patto di stabilità, in anni passati non potevano assumere. Attraverso il Piano di riordino abbiamo potuto risanare l'economia e la finanza della sanità per poter ricominciare ad assumere il personale e a stabilizzarlo. Quello che è avvenuto in questi tre anni grazie al lavoro di tutti, e non certo solo al mio – ha concluso Emiliano - rappresenta un risultato straordinario, ed io, insieme a tutti voi, ne sono fiero”.

 

 “Oggi attiviamo questi nuovi spazi che erano essenziali per poter svolgere al meglio le attività di questo ospedale – ha aggiunto il Direttore Generale ASL Brindisi Giuseppe Pasqualone – dopo aver chiuso il cantiere, possiamo ora cominciare già a lavorare per l’avvio del reparto di oncologia e della terapia intensiva. Per quanto riguarda invece la psichiatria, che è prevista dal piano di riordino ospedaliero, sono necessari tempi più lunghi. Abbiamo presentato un progetto in Regione per avere un finanziamento ad hoc per l’efficientamento e la riqualificazione energetica di tutta la struttura. Puntiamo, infine, - ha concluso il Direttore - a rimettere a nuovo le facciate dell’ospedale”.

 

“Questa mattina si chiude finalmente un cantiere che ha complicato per molto tempo le attività degli operatori e creato disagi notevoli all'utenza. Portare a termine questi lavori è stata tra le priorità della nostra Amministrazione. I cantieri vanno chiusi – ha dichiarato il Sindaco di Francavilla Fontana Antonello Denuzzo – troppe volte abbiamo assistito, anche in anni recenti, ad aperture di cantieri faraonici che poi hanno generato solo delle opere incompiute. Per questa ragione, dopo un sopralluogo effettuato nei primi giorni dal nostro insediamento, ci siamo adoperati con la ASL Brindisi per accelerare la riconsegna alla collettività del Camberlingo. Ora finalmente la nostra città ha una struttura più moderna ed efficiente che deve essere in grado di reggere all'urto di una utenza sempre più ampia proveniente dai comuni limitrofi ormai sprovvisti di strutture ospedaliere. Ringrazio il Presidente Emiliano e il direttore Pasqualone per essere intervenuti in un momento così importante non solo per Francavilla. Il nostro Servizio Sanitario – ha concluso il Sindaco – rappresenta per molti Paesi un modello da imitare, a noi spetta il compito di preservarlo e farlo crescere mantenendo chiari i principi di universalità, uguaglianza e equità nella consapevolezza di quanto prescritto nell'art. 32 della nostra Costituzione. Per questa ragione abbiamo voluto consegnare il "XIV Rapporto sanità: focus Regione Puglia", perchè per fare passi concreti in avanti è di vitale importanza circoscrivere i problemi e conoscere i termini esatti delle questioni in campo".

 

 

Link video Emiliano:

http://rpu.gl/6qUAs

 

 

 

NOTE TECNICHE

 

Gli interventi di ristrutturazione eseguiti hanno interessato i locali di cinque piani del Blocco principale (B1) dell’Ospedale “Camberlingo” e consentiranno l’allocazione della Cardiologia - UTIC al piano terra in locali contigui, con l’impiego più efficiente di attrezzature e personale e percorsi più agevoli e sicuri dal Pronto Soccorso; l’allocazione del Reparto di Ortopedia e Traumatologia al 1° piano, in diretta contiguità con il Blocco Operatori, e ampliamento dei posti letto; l’ampliamento degli spazi per i piani 2°, 3° e 4° dove sono ubicati rispettivamente i reparti di Chirurgia Generale, Ginecologia e Ostetricia e Medicina Interna, per permettere anche il pieno utilizzo dei posti letto previsti dal Piano di riordino della rete ospedaliera; l’allocazione, infine, al 5° piano del Reparto di Pediatria, attualmente ubicato in una palazzina distaccata e l’implementazione, sempre sullo stesso piano, degli spazi da destinare al nuovo reparto di Oncologia.