+T -T

[Comunicato stampa Giunta regionale Lombardia]
LNews-ETICHETTA MADE IN ITALY,ROLFI:VITTORIA DI CONSUMATORI E AGRICOLTURA DI QUALITÀ

giovedì 7 febbraio 2019

ZCZC

 

0028 07-02-19 15:58:41 LNT,A001,B001,B002,B003,B004,B005,B006,B007,B008,B009,B010,B011,B012,C010

  

"ORA DIFENDERE LINEA IN EUROPA E VALORIZZAZIONE PRODOTTI FINITI"

 

(Lnews - Milano, 07 feb) Con l'approvazione del Decreto Semplificazioni è legge l'obbligo di indicare in etichetta l'origine di tutti gli alimenti in commercio. "Una vittoria per la trasparenza e per i consumatori, oltre che per l'agricoltura distintiva e di qualità" ha dichiarato Fabio Rolfi, assessore all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia.

 

ATTRATTIVITÀ MADE IN ITALY VALORE AGGIUNTO - "L'obbligo di indicare in etichetta la provenienza del latte, entrato in vigore in Italia nel 2017, aveva rivitalizzato il mercato - ha aggiunto l'assessore -. Sono convinto che anche questo provvedimento avrà effetti benefici sul mercato lombardo e italiano. La maggioranza dei consumatori vuole conoscere l'origine dei prodotti agroalimentari: l'attrattività del made in Italy è un valore aggiunto e non evidenziarla significava siglare un autogol clamoroso".

 

ORA VALORIZZARE MATERIE PRIME ITALIANE ANCHE NEI LAVORATI - "Ora è necessario seguire questa linea anche in sede europea - ha concluso Rolfi -. La prossima sfida è quella di valorizzare le materie prime italiane anche nei prodotti lavorati, penso per esempio al settore dolciario. L'agroalimentare italiano offre la più alta garanzia di sicurezza alimentare ed è fondamentale puntare sulla qualità per vincere le sfide del mercato globale".

(LNews)

 

mam