+T -T

[Comunicato stampa Giunta regionale Friuli Venezia Giulia]
(ARC) Ue: Fedriga, tornare a Europa dei popoli o sarà dissolvimento

mercoledì 20 febbraio 2019

Trieste, 20 feb - "Ritornare a un'Europa che possa rappresentare i suoi popoli. L'alternativa non è un establishment che rimane quello che era, bensì il dissolvimento dell'Europa".

 

E' l' obiettivo indicato dal governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, che ha introdotto a Trieste, nel Palazzo della Regione, la presentazione del libro "I padroni del caos" di Renato Cristin, docente di Ermeneutica filosofica all'Università di Trieste, edito da Liberilibri.

 

"Serve un continente che sia più rappresentativo dei popoli - ha detto Fedriga - e in questo percorso il punto di inizio è dato dalla riscoperta e dalla valorizzazione delle radici da cui è partita la cultura europea. Si tratta di una riflessione che, indipendentemente dalle convinzioni politiche di ognuno, è fondamentale per affrontare le sfide della prossima campagna elettorale per le elezioni europee".

 

Secondo il governatore Fvg, "bisogna guardare al futuro con la necessaria consapevolezza di come si sono sviluppate le democrazie nel nostro continente, i diritti sociali e la storia dalla quale proveniamo".

 

Alla presentazione è intervenuto il governatore dell'Abruzzo, Marco Marsilio, che ha evidenziato "il rovesciamento di valori"

testimoniato dalla mancata affermazione dei principi giudaico-cristiani nella Costituzione europea, legato alla teoria "che occorre essere talmente aperti alla diversità da non avere una propria identità" e al "pregiudizio progressista per cui ciò che viene dopo è sempre migliore".

 

A proposito delle ottime relazioni con l'Abruzzo e con il Marsilio, il governatore del Friuli Venezia Giulia ha annunciato "l'impegno a portare avanti nei prossimi mesi progetti condivisi, nel contesto di un'Europa in cui non esistono centri di potere prevalenti ma una forma di aiuto e di mutua collaborazione".

 

Alla presentazione del libro di Cristin erano presenti, tra le altre autorità, gli assessori regionali Alessia Rosolen e Fabio Scoccimarro e il presidente del Consiglio regionale, Piero Mauro Zanin.

ARC/PPH/fc