+T -T

[Comunicato stampa Giunta regionale Lombardia]
LNews-ECONOMIA. BREVETTI, VICEPRESIDENTE SALA: LOMBARDIA HA NUMERI DA RECORD, SIAMO LA PRIMA REGIONE IN ITALIA

lunedì 25 febbraio 2019

ZCZC

 

0025 25-02-19 19:03:27 LNT,A001,C011,D002

 

DATI CAMERA COMMERCIO CONFERMANO RUOLO GUIDA CON 36.000 DEPOSITI

 

INVESTIRE IN INNOVAZIONE FONDAMENTALE PER FAVORIRE L'OCCUPAZIONE

 

(LNews - Milano, 25 feb) "La Lombardia si conferma patria dell'innovazione e della ricerca con numeri da record. Sono quasi 20 mila le domande di brevetti depositate nel 2018 rispetto alle 15 mila del 2013, +30%, pari al 39% del totale nazionale. Questi numeri confermano che stiamo andando nella giusta direzione con le nostre misure per supportare e incentivare un continuo sviluppo del territorio".

 

Lo ha detto il vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala commentando i dati pubblicati dalla Camera di commercio di Milano.

 

Considerando anche i marchi registrati si tratta di un totale di oltre 36 mila depositi su 110 mila circa in Italia che fanno della Lombardia la regione in cui si brevetta di più seguita da Lazio con 20 mila e Piemonte con 15 mila. Milano regina della creatività italiana con quasi 32 mila tra brevetti e marchi depositati nel 2018, tra le prime 20 anche le lombarde Brescia con 1.583, Monza Brianza con 806 e Bergamo con 688.

 

"Investire in innovazione è fondamentale anche per favorire l'occupazione e per trattenere sul territorio i nostri giovani cervelli" ha proseguito il vicepresidente Sala.

 

"Sulla base dei dati relativi ai primi Accordi regionali per la Ricerca e l'Innovazione - ha spiegato - sono stati 94 i nuovi assunti, di cui 7 su 10 hanno meno di 35 anni".

 

"Per ogni Accordo, inoltre, è stato registrato in media almeno un brevetto. Per sostenere questa dinamica abbiamo da poco investito ulteriori 70 milioni per la seconda edizione della misura" ha aggiunto il vicepresidente facendo riferimento agli esiti dei primi 14 Accordi per la Ricerca e l'Innovazione promossi da Regione Lombardia.

 

Questi accordi, previsti dalla legge regionale 29/2016, nascono con l'obiettivo di trasferire i risultati della ricerca tecnico-scientifica al mercato, attraverso una procedura negoziale altamente innovativa che ha tempi certi e risorse adeguate. Tutti i progetti hanno un impatto concreto e misurabile sul miglioramento della vita dei cittadini e sullo sviluppo del territorio lombardo. (LNews)

 

ben