[Comunicato stampa Giunta regionale Valle d'Aosta]
Un welfare comunitario e tecnologico per la popolazione anziana vulnerabile - WelComTech

venerdì 10 maggio 2019


L’Assessorato Sanità, Salute e Politiche sociali della Regione autonoma Valle d’Aosta comunica che nella seduta della Giunta regionale di oggi, venerdì 10 maggio 2019, è stato approvato lo schema di convenzione tra la Regione e l’Università della Valle d’Aosta – Université de la Vallée d’Aoste per lo svolgimento di prestazioni professionali specialistiche concernenti il progetto Un welfare comunitario e tecnologico per la popolazione anziana vulnerabile – WelComTech, nell’ambito del programma di cooperazione territoriale transfrontaliera Italia – Svizzera 2014/2020. Come ha spiegato l’Assessore alla Sanità, Salute e Politiche sociali, il progetto europeo WelComTech è sviluppato nei territori della Valle d’Aosta, del Verbano-Cusio-Ossola e del Canton Ticino, nell’ambito del Programma di Cooperazione transfrontaliera Italia-Svizzera, e si pone come obiettivo il permettere alla popolazione che invecchia di continuare a vivere nel proprio ambiente domestico, anche nei territori più marginali, conservando la propria autonomia ed evitando il ricovero in struttura. Uno dei principali obiettivi del progetto è di cogliere le opportunità connesse all’evoluzione dei sistemi digitali e alle nuove tecnologie e sviluppare l’utilizzo di tecnologie di comunità, che possono svolgere un ruolo funzionale all’attivazione e al mantenimento dei legami nell’ambito di una determinata comunità territoriale. Il progetto, approvato a settembre 2018 e da concludere a marzo 2020, prevede l’attivazione di sistemi di monitoraggio a domicilio per persone anziane, e la formazione di Tutor di Comunità, figure chiave di facilitatori e animatori adeguatamente formati anche in ambito di tecnologie di comunità, che hanno il compito di sostenere la permanenza della popolazione anziana nel proprio ambiente domestico attraverso il supporto di una rete comunitaria e grazie all’utilizzo di nuove tecnologie digitali. In questo contesto, si inserisce anche un obiettivo di ricerca, di studio e valutazione, coordinato sui territori del progetto. L’Assessore alla Sanità, Salute e Politiche sociali ha posto infine l’attenzione sul fatto che la convenzione con l’Università della Valle d’Aosta, approvata dalla Giunta regionale, prevede la realizzazione dell’attività di valutazione d’impatto interna al progetto riguardo alle soluzioni tecnologiche installate a domicilio degli utenti beneficiati, l’elaborazione di un report finale congiunto di valutazione fra le tre équipe di ricerca attivate per i tre territori e la collaborazione nella preparazione e realizzazione dell’evento intermedio di progetto previsto per settembre 2019 in Valle d’Aosta, che presenterà agli operatori del settore socio-sanitario i contenuti tematici del progetto stesso.