+T -T

Saitta su emergenza medici specialisti

 

(Regioni.it 3433 - 02/08/2018) Al ministero della Salute si è tenuto il 2 agosto l’incontro per affrontare il tema della formazione del personale sanitario (art. 22 Patto Salute). Alla riunione ha partecipato il Coordinatore della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni, Antonio Saitta, oltre a tutte le organizzazioni sindacali del comparto.
“Nell’apprezzare la convocazione dell’incontro e la partecipazione del ministro Giulia Grillo - dichiara Antonio Saitta - abbiamo di nuovo evidenziato che vanno deserti tanti concorsi indetti dalle regioni per le assunzioni di medici specialisti. Questo avviene soprattutto perché quei pochi che sono formati - 6200 rispetto ad un fabbisogno di 8569 - scelgono di lavorare negli ospedali delle aree più urbanizzate. E si determinano così problemi sempre più seri nel garantire su tutto il territorio i servizi sanitari.
Mancano anestesisti, pediatri, medici d’emergenza, ginecologi, tutto ...
 
+T -T

Saitta: 7 priorità per rilanciare il servizio sanitario

Toma: considerare le peculiarità delle Regioni più piccole

(Regioni.it 3422 - 18/07/2018) “Un programma in 7 punti lungo cui articolare il confronto fra le Regioni, il Governo e il Parlamento in questa legislatura”, così Antonio Saitta, coordinatore della commissione Salute della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha definito il documento illustrato oggi, nel corso di un’audizione, alla commissione Igiene e sanità del Senato. All’incontro con i Senatori hanno partecipato, oltre a Saitta, il Presidente della Regione Molise, Donato Toma, e la vicepresidente della Regione Liguria, Sonia Viale.
“Vogliamo muoverci consolidando il principio di leale collaborazione tra i livelli istituzionali, in coerenza i con gli indirizzi nazionali – dai Lea, livelli essenziali di assistenza, alle politiche vaccinali - ma senza rinunciare alla necessaria autonomia delle Regioni nella programmazione e organizzazione dei Servizi” ha detto in premessa Saitta.
Il primo tema è quello delle risorse umane e professionali del servizio sanitario nazionale, soprattutto se consideriamo il mutato contesto epidemiologico e il ricambio generazionale con il prossimo pensionamento di quote rilevanti dei medici specialisti e della medicina generale. Bisogna rivedere le modalità attuali di formazione specialistica dei medici. Il bando del Miur -  ha sottolineato Saitta - per l'ammissione dei laureati in medicina alle scuole di specializzazione di area sanitaria, per ...
 

Documento della Conferenza delle Regioni del 12 luglio

+T -T

Le principali problematiche del Servizio Sanitario Nazionale

Il testo illustrato nel corso di un'audizione alla commssione Igiene e Sanità del Senato

(Regioni.it 3422 - 18/07/2018) La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, nella seduta del 12 luglio, ha approvato un documento sulle problematiche del Servizio Sanitario Nazionale che è stato poi illustrato dal coordinatore della commissione salute, Antonio Saitta nel corso di un'audizione che si è tenuta il 18 luglio (vedi notizia precedente).
Si riporta di seguito il testo del documento lasciato agli atti del Senato e già pubblicato nella sezione "Conferenze" del portale www.regioni.it.
Documento sulle problematiche del Servizio Sanitario Nazionale da rappresentare in audizione presso la Commissione Igiene e sanità del Senato della Repubblica
La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ribadisce la necessità di consolidare il principio di leale collaborazione tra i livelli istituzionali e favorire il pieno esercizio delle responsabilità regionali nel perseguire e raggiungere l’obiettivo di offrire ai cittadini del nostro paese ...
 
 
Leggi tutto »
+T -T

Saitta: tre grandi questioni nel primo confronto con il ministro Grillo

Le priorità: governance farmaceutica, risorse del fondo sanitario e medici specialisti

(Regioni.it 3404 - 20/06/2018) “Un incontro utile e un primo scambio di vedute” così il coordinatore della commissione Salute della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Antonio Saitta (Assessore della Regione Piemonte), ha definito il confronto odierno fra il ministro Giulia Grillo e gli assessori regionali. “Il ministro – ha spiegato Saitta - ha interloquito direttamente con i rappresentanti istituzionali di 14 Regioni ed il filo rosso che ha collegato i diversi interventi è l’impegno comune per difesa e la valorizzazione della sanità pubblica in un’ottica di leale collaborazione istituzionale fra Stato e Regioni. Molti i temi toccati, ma tre mi sono sembrate le questioni prioritarie: governance farmaceutica, risorse del fondo sanitario e medici specialisti. Per quanto riguarda la governance farmaceutica abbiamo avuto modo di illustrare alcuni aspetti legati a meccanismi di maggiore concorrenza, penso ad esempio ai ...
 

 

+T -T

Grillo alle Regioni: ministero della salute non sarà commissariato dal Mef

Impegno per l'aumento del fondo sanitario

(Regioni.it 3404 - 20/06/2018) "Il ministero della Salute non sarà commissariato dal Mef. Il mio impegno è di aumentare il Fondo  sanitario nazionale per venire incontro alle esigenze delle Regioni e  ai bisogni degli assistiti. E di farlo concretamente, senza con una  mano prendere, e con l''altra togliere, come è avvenuto nella passata  legislatura. Ma senza erogazioni a pioggia, chiudendo realmente i  rubinetti delle inefficienze e arrestando la spesa improduttiva e gli  sprechi". Lo ha assicurato il ministro della Salute Giulia Grillo,  concludendo il suo intervento all'incontro di oggi con la Commissione  Salute della Conferenza delle Regioni.
Un incontro - riferisce una nota del ministero - che si è concentrato  su alcuni temi relativi alla "determinazione del fabbisogno di medici  specialisti al fine di supplire a carenze di organico, vera e annosa  spina nel fianco dei vari sistemi sanitari regionali"; ...

 
+T -T

Confronto con ministro Grillo: Oliverio, Arru e Stocker

 

(Regioni.it 3404 - 20/06/2018) "La sanità in Calabria è commissariata dal 2010 e vive una situazione di particolare difficoltà che in questi anni ho più volte evidenziato con forza" ha detto il presidente della Regione, Mario Oliverio, intervenendo nel corso della commissione Salute, a cui ha partecipato anche il neo ministro alla Salute, Giulia Grillo a cui lo stesso Oliverio aveva chiesto "un incontro urgente". 
"Il commissariamento avrebbe dovuto assolvere un compito di supplenza rispetto alle inefficienze della Regione, ripianando il debito ma soprattutto costruendo un sistema sanitario regionale in grado di garantire i Livelli essenziali di assistenza, di interrompere il processo della mobilità passiva, di creare un sistema di prestazioni sanitarie degno di questo nome, di realizzare standard di qualità pari ad altre Regioni italiane. A distanza di sette anni, purtroppo, non solo questi obiettivi non sono stati realizzati, ma ...

 

 


time
0.047s