Header
Header
Header
         

News

Tpl: confermate le risorse per il trasporto su ferro

 

Trasporto pubblico locale: Errani, Governo conferma le risorse previste

Al lavoro un tavolo tecnico sui livelli di servizio che devono essere garantiti ai cittadini

(regioni.it) “Sono state confermate le risorse per il trasporto su ferro e questo e' molto importante". Lo sottolinea il Presidente della Conferenza delle regioni Vasco Errani al termine dell'incontro con il ministro Piero Gnudi e i comuni. Quanto poi al lavoro che farà il tavolo tecnico a partire dalla prossima settimana Errani spiega che "si lavorerà per stabilire un progetti di efficientazione, costi standard su cui costruire un percorso di convergenza e livelli di servizi che devono essere assicurati ai cittadini”. Al vertice presso il ministero per gli affari regionali, hanno partecipato anche il viceministro alle infrastrutture Mario Ciaccia, il sottosegretario all'economia Gianfranco Polillo. La rappresentanza per le regioni era costituita, oltre che dal Presidente della conferenza Vasco Errani, dai Presidenti della Regione Lazio Renata Polverini e della Liguria,Claudio Burlando, e dal coordinatore della Commissione trasporto della Conferenza delle Regioni, l’assessore Sergio Vetrella (della Regione Campania). Per i comuni era presente invece il Presidente dell'anci, Graziano Delrio. L'incontro ha rappresenta il naturale sviluppo dell'intesa sottoscritta a dicembre sul trasporto pubblico locale su ferro. Entro la prossima settimana il Governo convocherà il tavolo tecnico con le Regioni e gli enti locali sul trasporto pubblico locale ed entro febbraio sarà definito un piano per rendere il TPL “più efficiente”, ha spiegato il ministro per Affari regionali, Piero Gnudi, al termine della riunione. Gnudi ha spiegato poi che ''i problemi non sono più di risorse ma di efficienza, nel senso che bisogna fare risparmi perché i soldi che il governo può dare a questo settore si sono ridotti”. “Sono d'accordo a puntare a migliorare il grado di efficienza nel trasporto pubblico locale, sia su gomma che su ferro, ma le risorse statali servono; le liberalizzazioni sono apprezzabili ma non rappresentano la Panacea”, ha commentato il presidente dell'Anci e sindaco di Reggio Emilia, Graziano Delrio. Quello di oggi, ha detto Delrio, “è stato un incontro interlocutorio per mettere a punto costi standard e migliorare l'efficienza nell'ambito del trasporto pubblico locale. Il ministro, e questo lo valutiamo con favore, ci ha fatto sapere che il governo rispetterà tutti gli impegni assunti in precedenza”. Delrio ha poi inteso sottolineare la necessità per i trasporti pubblici regionali e cittadini di finanziamenti pubblici, “ragionamento su cui - ha esortato - il governo deve prendere coscienza, cercando di mantenere il TPL a livelli europei''. Attualmente, ha ribadito, ''la copertura del mercato è in grado di garantire soltanto il 30% dei servizi: su questo bisogna riflettere, perché tagliare - ha concluso – non significa altro che chiudere”. "Il governo ha preso atto della necessita' di un intervento statale per garantire il trasporto locale nelle citta'. E' impensabile che possa essere pagato solo con le tariffe e i biglietti", ha aaggiunto il sindaco di Roma Gianni Alemanno. "Nella prossima unificata ci sarà la copertura economica per il 2011 perche' l'erogazione delle risorse ancora non c'era stata". Lo ha detto il presidente della Regione Lazio Renata Polverini al termine della riunione sul trasporto locale. "Abbiamo confermato l'impegno per il 2012 e stabilito che partira' un tavolo tecnico nel quale daremo senso all'accordo sottoscritto a dicembre scorso -ha proseguito Polverini- guardando all'efficientamento delle aziende e cercando di capire in che modo, nei prossimi anni, il finanziamento pubblico continuera' a garantire la mobilita' dei cittadini". "Il fatto che tutti i paesi del mondo, tranne il Giappone, partecipano con risorse pubbliche alla mobilita' -ha continuato- e' un fatto scontato e volevamo avere la riconferma da parte del governo che nell'ambito dell'efficientamento e della liberalizzazione comunque il contributo pubblico non venisse mai messo in discussione. Cosi' è stato".

 
 
 
 
 
 

 

( red / 11.01.12 )

Accordo su trasporto pubblico locale

Il testo dell'Accordo Governo-Regioni-Comuni

(regioni.it) Il testo dell’Accordo Governo-Regioni-Comuni del 21 dicembre 2011 sul trasporto pubblico locale:

 

La strategicità del Trasporto Pubblico Locale per la vita sociale e lo sviluppo del Paese, impone la necessità di individuare soluzioni condivise sia in relazione al fabbisogno strutturale, sia con riferimento a un percorso di efficientamento e razionalizzazione dei servizi.

A questi fini si concorda che entro la fine di febbraio 2012 si sottoscriverà un Patto che individuerà strumenti, criteri e modalità per la razionalizzazione e l' efficientamento dell'intero TPL e introdurrà, altresì, strumenti e modalità di monitoraggio della loro applicazione. Il Patto dovrà anche essere funzionale alla definizione dell'ammontare delle risorse da fiscalizzare e delle modalità di fiscalizzazione a partire dal 2013.

Si concorda altresì che, per l'anno 2012, il concorso finanziario dello Stato per il Trasporto Pubblico Locale ferroviario è pari a 1.600 Milioni di euro così articolati:

1.200 milioni di Euro a valere sul Fondo previsto dall'art. 21, comma 3, del      D.L. 98/2011 e s.m.i. 314 milioni di Euro di cui all'art. 21, comma 2, del D.L. 98/2011,      da destinare con successivo      provvedimento normativo non solo a investimenti ma per i costi di      esercizio 86 milioni di Euro da      assicurare con successivo provvedimento normativa, a seguito

della sottoscrizione del "Patto per l'Efficientamento e la Razionalizzazione del Trasporto Pubblico locale italiano".

Le Regioni assumono, per il 2012, a proprio carico gli ulteriori costi per i servizi TPL ferroviari, inclusa l'lva, che saranno finanziati anche con una quota parte (148 milioni di Euro) delle risorse residue per effetto dei tagli di cui all'art. 14, comma 2, del D.L. 78/2010 e successive disposizioni, già destinate all'edilizia sanitaria a seguito dell'accordo in Conferenza Stato-Regioni del 18/11/2010.

Il Governo si impegna, a seguito della sottoscrizione del presente Accordo, a sbloccare le risorse per l'edilizia sanitaria entro un mese dal presente Accordo.

Le regioni a statuto speciale hanno richiesto la possibilità di escludere dai vincoli del Patto di Stabilità gli oneri per il TPL direttamente sostenuti dalle medesime ed a tal riguardo si procederà ad una verifica nell'ambito delle apposite sedi istituzionali.

 

Roma, 21 dicembre 2011.

( red / 22.12.11 )



Manovra: accordo Governo-Regioni su trasporto pubblico locale

 

(regioni.it) "Siamo di fronte alla necessità di lavorare alla riqualificazione del sistema, che è indispensabile per garantirne la sostenibilita'", ha dichiarato Vasco Errani, presidente della Conferenza delle Regioni, dopo il raggiungimento dell'intesa, al ministero degli Affari regionali, sul trasporto locale su ferro. “Questo significa che ciascuna Regione attuera' politiche per la razionalizzazione del servizio''. "Abbiamo siglato un accordo - ha spiegato Errani - sul tema del finanziamento del trasporto locale su ferro e abbiamo deciso di aprire un tavolo tra Regioni, Comuni, Province e governo per ragionare sulla sostenibilità e l'efficientamento del trasporto locale su ferro e su gomma". Quindi parere favorevole per quanto riguarda la manovra del governo Monti su sanità e trasporto pubblico locale. "Sulla base dell'accordo che è stato raggiunto oggi – ha spiegato Vasco Errani, Presidente della Conferenza delle Regioni - sul trasporto e per il fatto che nel 2012 non ci sara' un taglio sulla sanita' la nostra posizione è favorevole". ''Le risorse sul trasporto pubblico locale sono la soglia minima per gestire il servizio – ha precisato Errani - le Regioni dovranno investirvi comunque altre risorse''. Dopo il vertice di stamattina al ministero dell'Economia, ha spiegato Errani, "abbiamo definito una base di intesa sul trasporto  locale, con riferimento al fatto che le risorse complessivamente sul  ferro arriveranno a 1,6 mld per il 2012. Una parte di queste, saranno collegate al patto sul trasporto locale su ferro e su gomma con province, regioni, comuni e governo sull'efficientamento del  servizio". A ciò si aggiunge l'impegno del Governo per la fiscalizzazione  del trasporto locale a partire dal 2013: "Un risultato importante – ha commentato Errani - che consentirebbe di fare una programmazione pluriennale del servizio". "Le Regioni partecipano in maniera molto significativa alla riduzione dei costi - ha sottolineato Errani - la manovra  nella sua complessità richiede sacrifici importanti". Anche per  questo Errani ha auspicato che con i prossimi provvedimenti per la crescita le misure siano sempre più eque.

 

( red / 21.12.11 )




Go To Top