+T -T


AMBIENTE: COSTA "AFFIANCHEREMO REGIONI PER BONIFICHE

giovedì 31 gennaio 2019

ZCZC IPN 942
POL --/T

ROMA (ITALPRESS) - La Commissione parlamentare di inchiesta sulle
attivita' illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti
ambientali ad esse correlati questo pomeriggio ha audito il
ministro dell'Ambiente Sergio Costa.
Il ministro ha fornito alla Commissione aggiornamenti
sull'attivita' del ministero in merito ai diversi temi che
incrociano i filoni d'inchiesta della Commissione. Tra le novita'
piu' significative oggetto della relazione del ministro, quelle
relative alla contaminazione da Pfas in Veneto. "L'Ispra ha
comunicato stamani la quantificazione del danno ambientale dei
Pfas: 136,8 milioni di euro nelle tre province di Vicenza, Verona
e Padova. In questo modo il ministero si puo' costituire in
giudizio per quella cifra tramite l'Avvocatura di Stato nel
processo alla proprieta' della Miteni di Trissino", ha detto il
ministro. Sempre in tema di inquinamento e bonifiche, Costa ha
spiegato che per quanto riguarda i Siti di interesse regionale
(Sir), "il ministero sta costruendo un sistema di affiancamento
alle Regioni, per quelle amministrazioni che vogliono affrontare
di petto il problema ma hanno qualche difficolta'".
(ITALPRESS) - (SEGUE).
sat/com
31-Gen-19 19:08
NNNN


NNNN

-2-
ZCZC IPN 943
POL --/T

Costa ha inoltre dichiarato che il ministero sta lavorando a nuovi
provvedimenti sia in materia di fanghi, sia sulle fideiussioni per
impianti che trattano e smaltiscono rifiuti, sia sulla gestione
dei Raee (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche).
Tutti temi su cui la Commissione sta svolgendo attivita'
d'inchiesta. Sul fronte dei fanghi di depurazione sparsi sui
terreni agricoli, "il ministero dell'Ambiente sta curando
l'aggiornamento della normativa con lo scopo di aggiornare i
valori limite per i parametri gia' normati e di introdurne di
nuovi per le sostanze non ancora disciplinate", ha spiegato Costa.
 Rispetto invece alle fideiussioni, "e' in corso di definizione
uno schema di regolamento che disciplina i requisiti e le
capacita' tecniche e finanziarie per l'esercizio delle attivita'
di gestione dei rifiuti, nonche' i criteri generali per la
determinazione delle garanzie finanziarie". L'obiettivo, ha
spiegato il ministro, e' modificare l'attuale sistema delle
garanzie fideiussorie che spesso si sono rivelate "inadeguate a
garantire la copertura dei costi di riparazione del danno
ambientale in quanto fornite da societa' di comodo o comunque non
aventi capacita' economica necessaria" all'applicazione della
fideiussione.
(ITALPRESS) - (SEGUE).
sat/com
31-Gen-19 19:08
NNNN


NNNN

 

-3-
ZCZC IPN 944
POL --/T

Per quanto riguarda i Raee, il ministero adottera' "un decreto per
individuare le migliori procedure per il trattamento, il recupero
e il riciclaggio" di questi rifiuti.
Il ministro dell'Ambiente ha anche detto di aver dato disposizioni
a Carabinieri e Guardia di finanza per siano intensificati nel
2019 i controlli sui falsi end of waste, i traffici illeciti di
abiti usati e la contraffazione degli shopper in plastica
biodegradabile e compostabile. Tutti temi su cui la Commissione
sta svolgendo attivita' d'indagine.
Il ministro ha parlato anche dell'applicazione nei bandi di gara
dei Criteri ambientali minimi (Cam).  "La conoscenza dei Cam e la
capacita' di applicarli non appare ancora sufficiente, soprattutto
da parte delle stazioni appaltanti piu' piccole", ha dichiarato
Costa, spiegando che sono state messe in campo attivita' di
formazione sia delle amministrazioni, sia delle imprese.
Il ministro ha parlato anche dei provvedimenti in materia di
prevenzione dei rifiuti. Oltre alle diverse misure gia'
annunciate, Costa ha illustrato l'intenzione del ministero di
agevolare il conferimento dei rifiuti raccolti in mare durante le
operazioni di pesca, stimolando la partecipazione dei pescatori
alla raccolta volontaria durante le proprie attivita' quotidiane.
(ITALPRESS) - (SEGUE).
sat/com
31-Gen-19 19:08
NNNN


NNNN

 

4-
ZCZC IPN 945
POL --/T

"Ringrazio il ministro Costa per la corposa relazione, in cui ha
approfondito numerose tematiche oggetto di indagine da parte della
Commissione, e per l'impegno che ha assunto di relazionarsi con la
Commissione in maniera costante", ha detto il presidente della
Commissione Ecomafie Stefano Vignaroli. "Sui Cam e' necessario
attivarsi in fretta, perche' la loro completa implementazione
creerebbe nuove filiere del riciclo, anche per quei materiali che
oggi vengono inceneriti o prendono fuoco negli incendi", ha
proseguito Vignaroli. "Per quanto riguarda la produzione di
rifiuti", ha concluso, "e' fondamentale che il governo punti sulla
prevenzione".
(ITALPRESS).
sat/com
31-Gen-19 19:08
NNNN


NNNN