AUTONOMIA: MUSUMECI, 'NULLA DA TEMERE MA SERVE FONDO PEREQUATIVO'

venerdì 19 luglio 2019


ZCZC
ADN0279 7 POL 0 ADN POL RSI

      Palermo,19 lug. (AdnKronos) - "Ben venga il regionalismo differenziato
a patto che il fondo perequativo e, quindi, l'equilibrio che lo Stato
deve assicurare a tutte le Regioni sia garantito anche
nell'applicazione del 116 della Costituzione. Con la piena
applicazione del fondo perequativo e delle regole che ne disciplinano
l'uso le regioni del Sud non hanno nulla da temere". Il governatore
siciliano, Nello Musumeci, torna a ribadire la sua posizione
sull'autonomia differenziata chiesta delle Regioni del Nord.

      L'occasione è utile, però, anche per un'autocritica. "Dobbiamo
chiederci semmai se siamo pronti ad applicare l'autonomia nel
Mezzogiorno in una cornice di responsabilità - sottolinea -. Finora,
almeno in Sicilia, l'autonomia è stata quella dei privilegi e, invece,
per diventare produttiva ed essere efficace deve essere colta coma una
straordinaria opportunità per accorciare le distanze con le regioni
del Nord".  (segue)

      (Loc/AdnKronos)

ISSN 2465 - 1222
19-LUG-19 11:33

NNNN


ZCZC
ADN0280 7 POL 0 ADN POL RSI

(2) =

      (AdnKronos) - "Siamo ancora l'ultima regione d'Italia e lo eravamo nel
'46 quando è cominciata la vicenda dell'autonomia - ricorda il
governatore -. La responsabilità è tutta politica, delle classi
dirigenti che in questi 70 anni si sono alternate alla guida della
Regione siciliana. Cominciamo allora a concepire l'autonomia in una
cornice di responsabilità e non di privilegi. Così non avremo nulla da
temere dal regionalismo differenziato delle regioni del Nord a patto
che Italia sia, come dice Mattarella, una comunità coesa e solidale e
per esserlo non è possibile che le regioni ricche debbano diventare
sempre più ricche e quelle povere debbano restare tali".

      "Se le classi dirigenti non dimostreranno di essere all'altezza del
compito, lo Stato ha il dovere di intervenire, anche pesantemente.
Senza sanzioni e se il popolo si lascia guidare da una classe
dirigente inadeguata che impronta la propria azione solo alla
clientela e all'assistenzialismo è chiaro che non si va da nessuna
parte", ha concluso Musumeci.

      (Loc/AdnKronos)

ISSN 2465 - 1222
19-LUG-19 11:33

NNNN