Resistenza: Porzus; Fedriga, ricordare sacrifici per libertà

domenica 9 febbraio 2020



ZCZC2038/SXR
OTS80440_SXR_QBXK
R POL S41 QBXK


   (ANSA) - FAEDIS (UDINE), 9 FEB - "Proseguire con
determinazione a far conoscere a tutto il Paese e all'Europa i
sacrifici avvenuti in queste terre a difesa della libertà,
spiegando che cosa rappresenta la Brigata Osoppo, per non cadere
nel qualunquismo quotidiano rischiando di sottovalutare il
significato della lotta di liberazione, frutto del sacrificio e
dalla sofferenza di singoli uomini e di intere famiglie che
hanno messo a disposizione se stessi per la Patria". Così il
presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano
Fedriga, in occasione della commemorazione del 75/o anniversario
dell'eccidio delle Malghe di Porzus.
   Nel corso del suo intervento, si legge in una nota, il
governatore ha ricordato le parole pronunciate da Giovanni
Padoan, all'epoca commissario politico della brigata Garibaldi,
che si assunse la responsabilità, pur non avendo avuto una parte
diretta nell'eccidio, e chiese perdono agli eredi delle vittime,
quale dirigente comunista dell'epoca e ultimo membro vivente del
comando raggruppamento divisioni Garibaldi del Friuli. Un
esempio, secondo Fedriga, "di assunzione di responsabilità e di
superamento della storia nell'ottica del bene comune". (ANSA).

     MSR
09-FEB-20 16:00 NNN
ZCZC2147/SXR
OTS80541_SXR_QBXK
R POL S41 QBXK
Resistenza: Porzus; Fedriga, ricordare sacrifici per libertà (2)

   (ANSA) - TRIESTE, 9 FEB - Le celebrazioni si sono svolte in
mattinata a Faedis e Canebola, dove nella chiesa parrocchiale,
l'ordinario militare per l'Italia, mons. Santo Marcianò, ha
officiato la santa Messa in suffragio dei caduti della Brigata
Osoppo. Presente anche una delegazione dell'associazione
Partigiani Osoppo (Apo) che si è recata sulla tomba di Franco
Celledoni, "Atteone", patriota della Brigata Osoppo, ucciso al
Bosco Romagno, dove è stata posta una corona d'alloro. A seguire
in piazza Primo Maggio l'alza bandiera, l'onore ai caduti e la
deposizione di una corona di alloro con gli interventi del
sindaco di Faedis e del presidente dell'Apo, Roberto Volpetti.
   Diversi gli interventi che si sono succeduti all'interno
della chiesa di Canebola per commemorare le vittime: dal
presidente della Federazione italiana volontari della Libertà
Francesco Tessarolo alla parlamentare dem, Debora Serracchiani
ai rappresentati del Comune di Boves, località del cuneese che
fu teatro nel '43 della prima strage compiuta in Italia dai
nazisti, a quello di Paola Del Din Medaglia d'oro al valor
militare.   
(ANSA).

     MSR
09-FEB-20 16:16 NNN