FOIBE: ROSSI, 'NEGARE QUESTA SCIAGURA O SMINUIRLA E' DEPRECABILE, FU VERA PULIZIA ETNICA'

lunedì 10 febbraio 2020



ZCZC
ADN0150 7 POL 0 ADN POL RTO

     
      Il Giorno del Ricordo non va strumentalizzato, evitare nuove
contrapposizioni"

      Firenze, 10 feb. - (Adnkronos) - "Oggi è il Giorno del Ricordo della
tragedia nazionale delle foibe causata dai partigiani jugoslavi che,
tra il 1943 e il '45, massacrano migliaia di persone. Seguì poi
l'esodo giuliano dalmata di oltre 250000 italiani che lasciarono la
Jugoslavia di Tito. Fu una vera pulizia etnica. Negare questa sciagura
o sminuirla è, come dice il presidente Mattarella, deprecabile. Ma se
è vero che un crimine non si giustifica con un altro, è ugualmente
deprecabile rimuovere il razzismo e la pulizia etnica, attuata dal
'fascismo di confine', contro le popolazioni slave di cui Mussolini
aveva parlato come di una 'razza inferiore e barbarica'". Lo scrive su
Facebook il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi.

      "Oggi quella frontiera, così drammaticamente bagnata di sangue e di
orrore, è stata abbattuta e si può passare liberamente dall'Italia
alla Slovenia e alla Croazia. Le genti di quei territori, adesso, nel
segno dell'Europa, vivono insieme, libere di mescolarsi in pace -
sottolinea Rossi - Il Giorno del Ricordo non deve essere
strumentalizzato e soprattutto devono essere evitate nuove
contrapposizioni e nazionalismi che alimentano l'odio e ci riportano
indietro".

      (Red-Xio/AdnKronos)

ISSN 2465 - 1222
10-FEB-20 09:24

NNNN