Header
Header
Header
         

News

 

Documento della Conferenza delle Regioni del 7 marzo

Enoturismo: emendamenti per l'intesa sulle linee guida

file/ELEMENTO_NEWSLETTER/19564/uva.gif

 

(Regioni.it 3582 - 01/04/2019) La Conferenza Stato-Regioni del 7 marzo 2019 ha sancito l’intesa sul decreto ministeriale recante linee guida e indirizzi in merito ai requisiti e agli standard minimi di qualità per l'esercizio dell'attività enoturistica. Nel corso della seduta il Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome – si legge negli atti - ha consegnato un documento, contenente nella prima parte alcune proposte emendative, condizionando all'accoglimento relativo l'espressione dell'intesa sul provvedimento, nonché osservazioni e raccomandazioni delle Regioni Veneto e Toscana nella seconda parte. Solo dopo aver acquisito l’assenso del Governo è stato possibile sancire l’intesa. “Si tratta – ha spiegato Leonardo di Gioia in un comunicato stampa – di prescrizioni che aiuteranno l’attività enoturistica nel garantire soprattutto sicuri standard di qualità, a partire dai ...     Leggi tutto »





Enoturismo: approvate Linee guida in Conferenza Stato-Regioni

venerdì 8 marzo 2019

Roma, 8 marzo 2019 (comunicato stampa) “La Conferenza delle Regioni ha approvato le Linee guida sull’attività enoturistica per rafforzare e meglio organizzare un settore in continua espansione. L’intesa resa in Conferenza Stato-Regioni consentirà la rapida adozione del provvedimento”. Così l’Assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia e Coordinatore della Commissione Agricoltura della Conferenza delle Regioni, Leonardo Di Gioia.

“Si tratta – spiega di Gioia – di prescrizioni che aiuteranno l’attività enoturistica nel garantire soprattutto sicuri standard di qualità, a partire dai requisiti per l’esercizio. Si intende così promuovere, in particolare, le produzioni vitivinicole del territorio. La conoscenza del vino e, quindi, delle indicazioni geografiche (DOP, IGP, STG), permetterà agli utenti di vivere esperienze coinvolgenti che si svilupperanno nei vari territori rurali, favorendo, in tal senso, le visite guidate ai vigneti, alle cantine, valorizzando la storia e la cultura del vino. Il tutto naturalmente si abbinerà con quelle che sono le altre peculiarità del territorio, favorendo i prodotti agroalimentari trasformati o prodotti dalle stesse aziende”.

“Nelle Linee guida – precisa Di Gioia - sono previsti requisiti e standard minimi, come un sito web e del materiale informativo dell’azienda e delle attrazioni turistiche presenti nel territorio. Obiettivo è rendere l'enoturismo un sistema integrato, promuovendo e allargando la diffusa ricchezza culturale e paesaggistica del nostro Paese”.

“Le Regioni – rileva Di Gioia - avranno il compito di vigilare e controllare l’osservanza delle Linee guida e potranno attivare anche dei corsi di formazione per le aziende e i loro addetti. Nel contempo, si potranno integrare altri indirizzi di sviluppo e miglioramento della qualità dei servizi offerti. Queste Linee guida – conclude di Gioia - rappresentano una risposta positiva attesa da tutti gli operatori e addetti del settore”.

 (2019-036)



Go To Top