Manovra: Fugatti, bene se i trentini pagano meno tasse

venerdì 4 gennaio 2019



ZCZC2375/SXA
OTN20184_SXA_QBXB
R REG S0A QBXB

'Resta impegno per far riconoscere al Governo clausola garanzia'
   (ANSA) - TRENTO, 4 GEN - "Se i cittadini e le imprese
trentine pagano meno tasse credo che si debba per prima cosa
essere contenti". Ô la posizione del presidente della Provincia
autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, rispetto a critiche e
perplessità nate a seguito dell'approvazione della manovra
finanziaria nazionale che porterebbe alla riduzione di tasse con
conseguente calo di entrate nelle casse provinciali.
   A questo proposito Fugatti fa presente che la stessa stima di
minori entrate - si parla di una settantina di milioni - va
presa con cautela. "Minori tasse - sottolinea - significa anche
maggiore capacità di spesa per i cittadini e stimolo per le
aziende che vogliono investire. Quindi il meccanismo alla fine
porta con sé spinte positive in termini di investimenti, consumi
e conseguenti tasse pagate, e non solo negative come alcune
letture vogliono far apparire". "Non rinunceremo comunque -
conclude il presidente Della Provincia - a trattare con il
Governo per far riconoscere quella clausola di garanzia
finanziaria su cui abbiamo fin da subito lavorato al fine di far
riconoscere gli importanti sforzi profusi da Trentino e Alto
Adige per il risanamento dei conti dello Stato. Ma, al netto di
questo, crediamo che una proposta che fa pagare meno tasse anche
ai nostri cittadini sia anzitutto una buona notizia. Quindi chi
si straccia le vesti in queste ore vuol dire che preferisce che
i trentini continuino a pagare  più tasse invece di pagarne
meno. Noi non apparteniamo a questa categoria". (ANSA).

     XDO
04-GEN-19 13:13 NNN