+T -T


Sicurezza: Enrico Rossi, legge ostacola nostra assistenza sociale

lunedì 7 gennaio 2019

ZCZC
AGI0025 3 POL 0 R01 /

(AGI) - Roma, 7 gen. - La nuova legge sulla sicurezza "ostacola
il nostro lavoro, erogare assistenza sociale. Invade una
materia che la Costituzione ci affida": lo ha affermato il
governatore della Toscana, Enrico Rossi, in un'intervista sulla
Stampa, nel giorno in deve partire il ricorso della Regione
alla Consulta. Rossi ha spiegato che "in Toscana ci sono almeno
6mila persone che diventano 'invisibili'". "Gli stessi
volontari dicono: se continuiamo a tenere queste persone nei
nostri centri verremo accusati di favoreggiamento della
clandestinita'? Pensi in che condizioni hanno messo il Paese!",
ha insistito il governatore.
    "Dall'oggi al domani rischiamo di ritrovarci in giro decine
di migliaia di giovani disperati, altro che maggiore
sicurezza", ha aggiunto Rossi, per il quale si tratta di "una
legge propagandistica" che "serve solo a mostrare i muscoli".
"A voler pensar male, da un lato pare che si voglia far
crescere una riserva di manodopera a basso prezzo, dall'altro
sembra punti ad aumentare la rendita di posizione di chi
specula sull' immigrazione: aumenta l' insicurezza, aumentano i
voti alla Lega", ha concluso il governatore. (AGI)
Red/Sar
070828 GEN 19

NNNN