+T -T


R.CITTADINANZA: DI MAIO "CAMBIO DI PASSO SU POLITICHE PER IL LAVORO"

martedì 12 marzo 2019

ZCZC IPN 020
POL --/T

PALERMO (ITALPRESS) - "L'avvio del reddito di cittadinanza, da'
alle Regioni la possibilita' di offrire a tutti i senza lavoro
percorsi di inserimento e reinserimento lavorativo. Mi consenta
una battuta: non abbiamo fatto le nozze coi fichi secchi. Abbiamo
prima pensato alla dotazione finanziaria delle regioni per poter
cosi' realizzare davvero un cambio di passo sulle politiche per il
lavoro. Siamo stati molto piu' responsabili e concreti di governi
passati, che sul mercato del lavoro non hanno dato un euro alle
regioni. Le agenzie per il lavoro sono centrali nell'incrocio tra
domanda e offerta di lavoro, continueranno a ricoprire il ruolo
che hanno svolto fino a oggi. Sul patto per il lavoro sono certo
che saranno loro le prime a portare i risultati". Cosi' il
ministro e vice premier Luigi Di Maio, in un'intervista a Italia
Oggi, spiegando che i controlli contro i 'furbetti' "saranno
serrati e puntiamo nel rispetto della privacy a segnalare agli
organi di polizia giudiziaria le anomalie evidenziate dalle banche
dati. Ci saranno i controlli sia dell'ispettorato del Lavoro, che
della Guardia di Finanza. I furbetti ci saranno, ma non avranno
vita facile. Questo e' certo".
(ITALPRESS) - (SEGUE).
ads/red
12-Mar-19 08:46
NNNN


NNNN

ZCZC IPN 021
POL --/T
-2-
Per quanto riguarda la fase dell'accompagnamento al lavoro e i
navigator, il ministro osserva: "voglio di nuovo ribadire un
concetto: l'impatto dei percettori del reddito di cittadinanza non
puo' essere gestito dall'attuale organizzazione dei centri per
l'Impiego. Ce lo ricordano i dati dell'intermediazione tra domanda
e offerta che passa attraverso i Cpi. I navigator non si
sostituiranno ai dipendenti e non svolgeranno i compiti che la
Costituzione assegna ai Cpi. Questi operatori saranno in
assistenza tecnica per facilitare e accelerare i processi di
incrocio domanda offerta. Ci sara' una selezione pubblica per
sceglierli e saranno suddivisi su base regionale. Il governo ha
teso la mano alle Regioni per affrontare l'impatto di una misura
importante, che rivoluziona il mondo del lavoro, e i numeri dei
primi giorni ci sottolineano che era attesa e doverosa. Il dovere
del Governo e delle Regioni e' fare in modo che funzioni. Il
governo c'e'". Sul tema dell'evasione fiscale, secondo Di Maio
"l'inasprimento delle sanzioni puo' essere utile a evitare
l'evasione fiscale, unendo queste misure ai provvedimenti per
abbattere il cuneo fiscale. E' quello che stiamo facendo per tutte
le imprese italiane, partendo dal decreto semplificazione fino ad
arrivare alla rimodulazione delle tariffe Inail ridotte del 32%".
(ITALPRESS).
ads/red
12-Mar-19 08:46
NNNN


NNNN