+T -T


SANITA': ZINGARETTI "AFFERMAZIONI GRILLO PRIVE DI FONDAMENTO"

venerdì 1 febbraio 2019

ZCZC IPN 686
POL --/T
ROMA (ITALPRESS) - "Come sapete questa mattina il ministro della
Salute, Giulia Grillo, si e' recata al pronto soccorso di un
Policlinico romano e ha rilasciato delle dichiarazioni
significative che crediamo vadano prese in considerazione e sulle
quali e' opportuno fare chiarezza data l'autorevolezza della
fonte". Cosi' il presidente della Regione Lazio, Nicola
Zingaretti, ha iniziato la conferenza stampa, convocata nella sede
della Giunta, a Roma, per rispondere alle critiche sollevate dal
ministro Grillo, che questa mattina, dopo aver visitato il pronto
soccorso del Policlinico Umberto I, ha criticato il
sovraffollamento e lo stesso Zingaretti, che e' commissario
straordinario della Sanita' regionale. "Questa mattina la
ministra, nel corso di questa visita, ha detto testualmente 'non
ci sono i presupposti affinche' il Lazio esca dal
commissariamento' - ha aggiunto -. Senza nessuna vena polemica ma
questa frase e' nei fatti totalmente priva di fondamento".
(ITALPRESS) - (SEGUE).
mac/col2/red
01-Feb-19 17:19
NNNN


NNNN


ZCZC IPN 687
POL --/T
-2-
Il governatore ha quindi ricordato come i livelli essenziali di
assistenza, Lea, erano a 114 nel 2009 mentre il disavanzo
sanitario nel 2006 era di circa 2 miliardi, dati che portarono al
commissariamento. "Perche' e' falsa l'affermazione che non ci sono
i presupposti? Perche' - ha risposto - a oggi, l'esito dei tavoli
ministeriali e della valutazione fatta dal ministero della Salute
e dell'Economia, che mantiene un punteggio dei Lea che e' ben al
di sopra del livello di appropriatezza, di 160, e nel 2017 il dato
ultimo lo registra a 180, il piu' importante avanzamento dei Lea
di tutte le Regioni italiane". "L'altro elemento, quello
finanziario - ha proseguito Zingaretti mostrando alcune slide - si
attesta, nel 2017 a un disavanzo di poco oltre i 45 milioni di
euro e anche in questo caso, va detto che viene valutato come
congruo il livello di disavanzo sanitario che sta al 5% del budget
sanitario della Regione, che per quanto ci riguarda e' di circa
500 milioni di euro l'anno. Quindi - ha concluso - in realta' il
Lazio avrebbe raggiunto i presupposti per l'uscita del
commissariamento gia' dal 2014, con un progressivo calo del
disavanzo che confidiamo, nel prossimo tavolo di rientro, sia
confermato anche sui conti 2018".
(ITALPRESS).
mac/col2/red
01-Feb-19 17:19
NNNN


NNNN